21 aprile 2019

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Tecnologia

17.06.2016

Social Risk: estorsioni a sfondo sessuale sui social, serve pagare?

Questo video non può essere visualizzato.
Non si è accettata la cookie policy.

Un giovane romano racconta di essere stato oggetto di un’estorsione a sfondo sessuale attraverso i social: tutto inizia con una semplice richiesta di amicizia, di solito da parte di una ragazza (o di un ragazzo) molto bella. Si tratta di una delle truffe più diffuse al momento: il consiglio, per diversi motivi, è quello di non pagare come spiega l’avvocato Marisa Marraffino, esperta di reati informaticiA cura di Lucia TironiMandate le vostre domande a socialrisk@repubblica.it

Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1