11 luglio 2020

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Zaino in spalla

05.03.2020

Quattro passi a chilometri zero
sul «balcone» del Monte Boario

La Santella del Boer
La Santella del Boer

Un piacevole giro ad anello sulle modeste, ma panoramiche montagne che circondano il Lago d'Iseo dalla parte bergamasca. La meta è il Monte Boario sui crinali tra il Sebino da un lato ed i laghi di Gaiano e di Endine dall'altro. La camminata è adatta a tutti e si può fare pressochè sempre. Si parte dalla piazza del piccolo paese di Fonteno, davanti alla chiesa. Una stretta stradina passa sopra la chiesa (frecce per Monte Boario e Monte Torrezzo). Si esce dal paese accompagnati dagli splendidi panorami offerti dal lago, dalla Corna Trentapassi e dal Monte Guglielmo. Giunti all'agriturismo Padem finisce il tratto asfaltato e, a quota 735, incontriamo un bivio malsegnalato; teniamo la stradina sterrata di destra che prosegue a mezzacosta e raggiunge la località Font dove si trova una casa. A sinistra della costruzione parte il cosiddetto Sentiero del Boer con un primo tratto gradinato per poi proseguire molto largo a raggiungere il Colle di Luen sul crinale orientale del Monte Boario. Qui, tra gli alberi, all'orizzonte, si intravedono l'Adamello e le cime orobiche della Presolana e del Pizzo Arera. Ad un successivo bivio teniamo la destra seguendo le frecce per Monte Boario e saliamo nel fresco bosco, superiamo un rudere e lasciamo a destra un sentiero che scende a Solto Collina. Si esce dal bosco e si rimonta un prato in direzione d'un casolare oltre il quale si rientra nel bosco arrivando alla suggestiva radura che, circondata da betulle, ospita la Santella del Boer con panche e tavole, un baracchino ed una pozza. Qui ogni anno viene celebrata una messa la domenica successiva alla festa della Madonna Assunta. Ci si reinfila nel bosco; al bivio si tiene la sinistra arrivando sul crinale seguendo il quale si arriva alla rustica croce in legno. Il panorama è bellissimo, sotto di noi il lago con il solco della Valcamonica col fiume Oglio e Pisogne. Tutt'attorno montagne: la Corna Trentapassi e la Punta del Cunicolo, il Monte Guglielmo, la Punta Almana, il Monte Doppo, il Monte Creò, il Cimone della Bagossa, il Cimone della Bacchetta, la Cima Plem, il Monte Adamello, il Corno Miller, la Val Salarno, il Monte Fumo, il Gruppo del Tredenus, il Monte Frisozzo. Si torna sul medesimo percorso di salita oppure con l'itinerario che descriveremo la prossima settimana.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1