19 luglio 2019

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Zaino in spalla

04.10.2018

Val Nambrone, l'anello
selvaggio svela il gioiello
del Rifugio Cornisello

La via verso Malga Plozze
La via verso Malga Plozze

Un interessante giro ad anello nella selvaggia Val Nambrone e una visita al rifugio Cornisello e agli omonimi azzurri laghi circondati dalle granitiche montagne del gruppo della Presanella. Un itinerario abbastanza facile tra fitti boschi e rombanti cascate. Siamo nel gruppo della Presanella. Si parte dal ponte sul torrente Sarca di Nambrone, poco a monte dell'omonimo rifugio. Acque cristalline che andranno a congiungersi con quelle del Sarca di Genova per poi andare, alla fine del viaggio, a gettarsi nell'alveo del lago di Garda. Il sentiero s'addentra nel fresco bosco sulla destra del torrente che con lo scrosciare delle sue acque accompagna il cammino mentre da una radura si gode la magnifica vista della imponente Cascata di Cornisello. Si superano alcune passerelle in legno delle quali non si capisce bene l'utilità e si arriva al ponte della Canavaccia dove troviamo un bivio: lasciamo a sinistra il ponte (torneremo da lì) e continuiamo la risalita della Val Nambrone. Giunti ai piedi d'una cascata attraversiamo il torrente su un ponticello in legno, rimontiamo sopra la cascata e raggiungiamo le costruzioni di Malga Vallina di Nambrone dove una fresca fontana può dissetarci. Abbandoniamo il fondovalle dominato sul fondo da picchi granitici per prendere a sinistra un sentiero (frecce) che s'inerpica lungo il ripido e boscoso fianco della montagna. Ci siamo alzati di quota e tra la vegetazione appaiono scorci delle dolomiti di Brenta e delle Alpi di Ledro. La vegetazione si dirada e su un costone appare, là in alto, il Rifugio Cornisello che pare aspettare solo noi.. Si attraversa il letto sconquassato d'un torrente in secca, e si prosegue a mezzacosta per un tratto accidentato e attraversando una pietraia. Intanto all'orizzonte è apparso anche il Monte Baldo e noi ci troviamo al di sopra della Cascata di Cornisello. Costeggiamo il torrente sulla destra e raggiungiamo un elegante ponticello nei pressi di Malga Plozze. Lasciamo a sinistra il sentiero per la visibile malga e prendiamo a destra una stradina che ci porta in poco tempo al Rifugio Cornisello (telefono 0465 507150). Poco distanti dal rifugio si adagiano in una conca abbandonata dagli antichi ghiacciai i due laghetti di Cornisello che vale la pena visitare. La prossima settimana la descrizione dell'itinerario di ritorno.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1