14 agosto 2020

Cultura

Chiudi

26.07.2020

BRESCIA RIPARTE DA PIAZZA LOGGIA

Sarà il giovane direttore Lorenzo Viotti a salire sul podioPiazza Loggia semideserta nei giorni più bui del lockdown:  la musica torna nel cuore della città con l’Orchestra Giovanile Italiana
Sarà il giovane direttore Lorenzo Viotti a salire sul podioPiazza Loggia semideserta nei giorni più bui del lockdown: la musica torna nel cuore della città con l’Orchestra Giovanile Italiana

Un modo per riportare la musica al centro della città che riparte, per far tornare a parlare gli spazi messi a tacere dalla pandemia e dal lockdown. E un modo per dire grazie ai tanti, in primis medici, infermieri e operatori sanitari ma non solo, che nelle lunghe settimane di smarrimento e di paura sono stati il fronte più avanzato della battaglia contro il virus. Musica dal vivo e infinita riconoscenza: tra questi due poli oscilla il significato profondo del concerto in programma questa sera alle 21 in piazza della Loggia e che vedrà sul palco l’Orchestra Giovanile Italiana diretta da Lorenzo Viotti. L’EVENTO, che chiama a raccolta gli appassionati costretti in questi mesi a rinunciare all’amata musica dal vivo, è dedicato a coloro che hanno affrontato un nemico tanto invisibile quanto devastante come il Covid, un inchino al coraggio e alla dedizione dei tanti che in questi mesi hanno dato vita a una lunga serie di interventi e di iniziative a sostegno dei bresciani. Il tutto è organizzato in collaborazione tra il Comune di Brescia e la Fondazione Teatro Grande, e il programma musicale propone due celebri brani: la Serenata in do maggiore per archi op. 48 di Pëtr Il’ic Ciajkovskij e, nella seconda parte, la Sinfonia n. 2 in si bemolle maggiore D 125 di Franz Schubert. DI RILEVANTE importanza proprio quest’ultima, scritta da Schubert in un periodo d’intensa attività creativa, a soli diciassette anni. È caratterizzata da un’introduzione lenta al primo movimento, dominato dal contrasto tra i due temi principali. Nel secondo tempo il compositore sceglie come forma il Tema con Variazioni, con un chiaro omaggio ad Haydn, mentre il ritmato Minuetto successivo è in tonalità minore; la vitalità straordinaria del Finale completa in modo trascinante la composizione. L’Orchestra Giovanile Italiana, protagonista della serata, è un complesso nato grazie a un’idea di Piero Farulli all’interno della Scuola di Musica di Fiesole; è stata tenuta a battesimo da Riccardo Muti, e ha poi una vasta attività concertistica internazionale e non solo in campo sinfonico, ma anche operistico: ad esempio a Salisburgo ha realizzato la Clemenza di Tito di Mozart, in un allestimento poi ripreso anche a Fiesole. Oltre a Muti l’hanno diretta maestri come Luciano Berio e Claudio Abbado, Zubin Mehta e Daniele Gatti; vari compositori hanno dedicato brani originali all’Orchestra Giovanile Italiana, come Sylvano Bussotti. LA DIRIGE questa sera dal podio nel cuore di Brescia il giovane talento Lorenzo Viotti, che a 29 anni soltanto è già stato nominato direttore principale dell’Orchestra Filarmonica Olandese e dell’Opera Nazionale Olandese di Amsterdam. Numerosi i suoi recenti impegni: nel gennaio di quest’anno ha realizzato, alla guida dell’Orchestre National de France, concerti a Vienna e Bratislava, e a fine febbraio ha diretto per la prima volta anche l’Orchestra Filarmonica di Berlino nella capitale tedesca e a Baden-Baden. Ricordiamo che in caso di maltempo l’evento di stasera si terrà al Gran Teatro Morato di via San Zeno, sempre in città. Il concerto è riservato a coloro che nei giorni scorsi hanno confermato la propria presenza al numero telefonico del Comune di Brescia 328 0413150. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Luigi Fertonani
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Dopo gli attentati dei terroristi islamici a Parigi, quali misure andrebbero adottate dall'Italia?
ok