11 agosto 2020

Cultura

Chiudi

03.07.2020

CANTANO LE CICALE

«Sonata per Tubi», in programma il 15 luglio a Provaglio d’Iseo
«Sonata per Tubi», in programma il 15 luglio a Provaglio d’Iseo

Dopo i mesi dell’oscurità, arriva un’estate di luce, nella quale tornano in primo piano il teatro e il valore della comunità, attorno ai quali si ricostruisce, passo per passo, la vita del Paese, tra difficoltà e speranze per il futuro. A questa rinascita appartiene la ventunesima edizione del festival di teatro per ragazzi e giovani «Il canto delle cicale», ideato e diretto da Teatro Telaio, che dall’8 al 30 luglio animerà 14 comuni della provincia attraverso un corposo palinsesto di 22 spettacoli a ingresso gratuito e rivolti in particolare al pubblico delle famiglie e dei ragazzi, che nei mesi del lockdown hanno particolarmente sofferto la chiusura totale delle occasioni di socializzazione. «Sono stati mesi duri, mossi da tante domande umane e professionali - spiega Maria Rauzi - Ci siamo interrogati molto sul senso del nostro lavoro, in un momento in cui il teatro sembrava dovesse scomparire. Ci siamo chiesti: cosa significa fare cultura per i bambini? Come andare oltre la didattica per sconfinare nel campo dell’arte e del simbolo?». Al centro della riflessione la funzione del teatro. «Si è parlato poco del suo ruolo culturale oggi in Italia. Pensare che si possa fare teatro on-line ci ha fatto riflettere, e credo ci potranno essere modi alternativi di fare gli spettacoli, ma come risposta o come scelta, e mai fingendo che sia il corrispettivo del teatro fatto sul palcoscenico». Sarà dunque un’edizione dal sapore particolare. «Ventuno edizioni sono un traguardo importante. Abbiamo scelto le proposte più adatte tra opere che garantiscono il distanziamento, i monologhi e gli spettacoli messi in scena da congiunti». Partenza l’8 luglio a Monticelli Brusati affidata a «LineaMondo», per poi proseguire con «Storia di un bambino e di un pinguino», «Granbaule del teatro», «Il sogno di Tartaruga» e via di seguito. Gran finale il 30 a Castegnato con «A ritrovar le storie», per un ricco calendario che guarda con affetto a sensibilità al mondo dei ragazzi. «Il valore aggiunto della rassegna è la stretta collaborazione con i comuni - conclude Gessica Carbone - In mezzo a tante difficoltà, hanno dovuto cancellare molti eventi, ma hanno voluto mantenere “Il canto delle cicale“, e si sono inoltre aggiunti anche nuovi comuni per dare un segno alle famiglie e ai bambini. È un grande lavoro di squadra, fatto anche insieme al nostro pubblico, che in questi mesi ha continuato a scriverci per chiederci notizie del festival. Ringraziamo queste persone che credono nella forza del teatro». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Stefano Malosso
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Dopo gli attentati dei terroristi islamici a Parigi, quali misure andrebbero adottate dall'Italia?
ok