28 maggio 2020

Cultura

Chiudi

06.04.2020

Con Bresciaoggi.it pillole di cinema: Effetto Quarantena

Volendo, è anche tempo di autolavaggio fatto in casa...
Volendo, è anche tempo di autolavaggio fatto in casa...

La miglior cura contro lo stress da clausura è, semplicemente, fare. Reagire. E se #Reagiamoallapaura è il mantra dell’iniziativa votata alla cultura di Bresciaoggi.it, il cinema dalla camera che arriva dalla casa in zona Sant’Anna di Elia Mouatamid può certo essere un ulteriore contributo alla ricerca della soluzione. Il regista di «Talien» e «Gaiwan» sta filmando e raccontando la quotidianità di questi strani giorni, da un lato sempre uguali, in fondo sempre imprevedibili. «È nato come un gioco con un senso - ha raccontato Mouatamid sulla sua pagina Facebook -. Riceviamo sorrisi e battute divertenti ma soprattutto riceviamo quello che volevo: i sorrisi ed il consenso di tanti medici e infermieri. Ho creato una nuova sezione nel mio canale YouTube (che uso molto poco) che si chiama "Effetto Quarantena": proviamo a divulgare, condividere, spammare, girare queste pillole e proviamo ad alleggerire e sensibilizzare». Mouatamid riprende una dimensione carica di episodi buffi e note di riflessione. «Il mio caro amico del balcone di fronte, senza fronzoli mi ha detto: "Elia, nonostante la situazione catastrofica, io sono e resto positivo". 'Spèta gò dìt». Con i vicini, fra una battuta e l’altra, è anche competizione: «Ero a disagio vista la produttività del vicinato, quindi ho improvvisato un autolavaggio casalingo. Dentro le auto ho trovato acari che giocavano a Monopoli...». C’È SPAZIO per le faccende domestiche, per la raccolta dei rifiuti («Impariamo a differenziare») e per l’attività motoria casalinga e per le «riflessioni prima della tisana serale» con la moglie, l’attrice Valeria Battaini, ironizzando ma anche meditando. «Stasera Valeria è uscita in giardino a sbattere la tovaglia. Mi chiama: "esci, vieni qua!".Esco. Incredibile il silenzio, un silenzio che molto vagamente mi riporta a quello inconfondibile, profondo, ipnotico del Sahara... In questi giorni pensavo all'inquinamento atmosferico caduto a picco. Stasera penso anche all'inquinamento acustico a cui siamo sottoposti tutti i giorni». Ragionamenti figli di una situazione senza precedenti. •

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Dopo gli attentati dei terroristi islamici a Parigi, quali misure andrebbero adottate dall'Italia?
ok