25 settembre 2020

Cultura

Chiudi

14.01.2020

Da Milano a Rodengo, Banksy di slancio

La presentazione è avvenuta alla Terrazza Martini di Milano
La presentazione è avvenuta alla Terrazza Martini di Milano

No Banksy, no party. Per ovvi motivi di anonimato, come ampiamente prevedibile, lo street-artist invisibile più famoso del mondo ha evitato comparsate spericolate, eppure dal tramonto in poi i brindisi euforizzanti si sono sprecati sulla glamourissima Terrazza Martini di Milano, dove ieri sera - vista Duomo - è stata presentata la mostra «Banksy takes Franciacorta», già annunciata con squilli di trombe da Deodato Arte (brand che la organizza) come «accattivante, ironica, autentica e accessibile…un evento che lascerà il segno». Sul Franciacorta Outlet Village di Rodengo Saiano, spazio espositivo anticonvenzionale dove da domani all’8 marzo si potranno ammirare 25 opere dell’artista tra cui Sale Ends e Grannies, della tagliente serie «Barely Legal». L’ISPIRAZIONE del progetto, come hanno ribadito i curatori, deriva da una riflessione-provocazione dello stesso Banksy: «Non possiamo fare nulla per cambiare il mondo fino a quando il capitalismo non si sgretolerà. Nel frattempo dovremmo tutti andare a fare shopping per consolarci». Detto, fatto: «Quando ho fondato la galleria mai avrei potuto immaginare di organizzare una mostra di uno degli artisti più importanti del momento, anzi direi il più importante. E invece tutto questo sta accadendo davvero - il cin cin del gallerista Deodato Salafia -. Le opere di Banksy erano inizialmente vendute a 75 pound per strada, ora i musei fanno a botte per averle. Esporle al Franciacorta Outlet Village ha il sapore di un ‘tornare alla base’, di riportarle al loro intento originale: essere fruite da tutti». A fargli eco Gianluca Rubaga, center manager dell’Outlet: «Questa scelta è per noi la naturale prosecuzione di un percorso espositivo dedicato all’arte contemporanea aperto nel 2015 con la mostra dedicata a Christo e proseguito con artisti di grande influenza e riconoscibilità come Marco Lodola, Tomoko Nagao e Adeline Nazare-Aga, quest'ultimo con l'installazione di due grandi statue esposte alla Biennale di Venezia…l’obiettivo è coniugare arte e shopping accompagnando i visitatori in un affascinante viaggio nella terra del Franciacorta ma anche in quello della cultura». La mostra - il cui allestimento è stato curato da Domenico Franchi, scenografo e artista visivo noto a livello internazionale - sarà visitabile tutti i giorni dalle 10 alle 20, con ingresso libero. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

E.ZUP.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Dopo gli attentati dei terroristi islamici a Parigi, quali misure andrebbero adottate dall'Italia?
ok