29 marzo 2020

Cultura

Chiudi

08.02.2020

«Gli occhi e il buio» Simeoni torna sul luogo del debutto

Gigi Simeoni, fumettista bresciano, orgoglioso del suo lavoro
Gigi Simeoni, fumettista bresciano, orgoglioso del suo lavoro

Gli occhi e il buio. A Gigi Simeoni basta una coppia di parole, il titolo del suo primo romanzo a fumetti, per schiudere in noi le più profonde suggestioni: gli occhi, finestre sul mondo, sono l'antitesi del buio, gli araldi della luce, gli squarci sull'essere che per primi hanno sconfitto il nulla. Chiuderli significa accettare l'ignoto, sia sonno o morte: il buio, appunto. Preda di questi e più inquietanti pensieri è il talentuoso artista Alessandro Simonetti, protagonista del libro: gli occhi diventano la sua ossessione, radice di un'ispirazione irrinunciabile per spingere l'arte verso l'eternità o la follia. Una storia da (ri)leggere, sfruttando la recente uscita della terza edizione aggiornata dall'autore. «HO MESSO mano a tutte le tavole illustrate - spiega Simeoni -: 1200 interventi, ripulendo tracce di matita residue e aggiustando alcune cose». La rifinitura accentua le ombre, così che il contrasto tra luce e buio, cifra di fabula e intreccio, si specchi più profondamente nelle soluzioni grafiche. L’opera è più attuale e «cinematografica». Scene e particolari si dipanano come guidati da una macchina da presa. «Potete fare il gioco delle differenze confrontando le tavole delle edizioni precedenti con questa» scherza l’autore. Parte delle modifiche investe la ricostruzione storica che trasporta la vicenda dal reame dell’horror al realismo del noir: personaggi, costumi, insegne dei negozi ricalcano la Milano del primo Novecento. «Un periodo poco studiato - osserva Simeoni - dalla belle époque passiamo alla Grande Guerra come se in mezzo non ci fosse nulla». Eppure quegli anni furono ricchi di scoperte. Nel 1903 Salvatore Ottolenghi fonda a Roma la Scuola di Polizia Scientifica. Qui avrebbe studiato Matteo De Vitalis, coprotagonista del romanzo e acuto commissario che sfrutterà i nuovi metodi di indagine per incastrare l’elusivo «Fante di cuori», originalissimo giallo in cui è il lettore a essere incastrato dal potere della narrazione. Simeoni presenterà il libro oggi alle 18 alla Feltrinelli di corso Zanardelli e domenica 23 alle 17.30 alla Games Academy di corso Palestro. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Anna Castoldi
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Dopo gli attentati dei terroristi islamici a Parigi, quali misure andrebbero adottate dall'Italia?
ok