27 gennaio 2021

Cultura

Chiudi

14.01.2021 Tags: Mostre

Il museo e
l'arte di non
desistere

La Collezione Paolo VI di Concesio riparte con la stagione 2021Sabato il debutto con un workshop creativo dedicato ai più piccoli
La Collezione Paolo VI di Concesio riparte con la stagione 2021Sabato il debutto con un workshop creativo dedicato ai più piccoli

Inutile ribadire quanto il 2020 sia stato orrido e infame. Complice la sua scia sinistra anche l’anno nuovo non è che sia cominciato in maniera particolarmente esaltante (per fargli un complimento), ciò nonostante il mondo della cultura tiene botta e in attesa di tempi migliori contrattacca su più fronti. Ultimo in ordine di tempo ma in totale sintonia d’intenti, l’ennesimo segnale di esistenza e resistenza è arrivato dalla Collezione Paolo VI di Concesio, «che continuerà a portare avanti la sua missione, nel nome dell’arte, della bellezza e della cultura». UNA PROMESSA a cui seguiranno azioni, gesti concreti e progetti già pianificati in divenire. Così, mentre dai piani alti arrivava il via libera alla riapertura dei musei in zona gialla (situazione che purtroppo al momento non ci riguarda), ieri è stato presentato il programma di iniziative online che aprirà l’ancora incerta stagione 2021. Cercando di valorizzare al massimo le esperienze di fruizione tecnologica «alternativa» sperimentate con successo nei mesi scorsi, durante i quali «si sono rivelate dinamiche e stimolanti al punto da coinvolgere non solo il territorio, ma anche appassionati e addetti ai lavori da tutta Italia e anche da tanti paesi del mondo, con numeri inaspettati». «Il primo effetto del virus e della conseguente chiusura è stata ovviamente la notevole accelerazione dei processi di digitalizzazione in tutte le loro possibili forme - ha ribadito il direttore Paolo Sacchini -. E anche se tutti noi aspiriamo a poter riprendere l’attività in presenza, perché la visione diretta dell’opera e il rapporto che con essa si stabilisce rappresentano la ragione stessa dell’esistenza dei musei, queste soluzioni costituiscono un esempio virtuoso di come si possa cercare di trasformare un periodo di grave crisi, in un’occasione di crescita». Cominciando da sabato, allorché con «Futur_Book» entrerà nel vivo l’iniziativa «Museum Live for Kids», workshop creativi-interattivi online organizzati via Google Meet con la biblioteca di Concesio, grazie alla quale ripartirà anche l’«Artoteca», il servizio gratuito di prestito di opere d’arte contemporanea. A corollario, due incontri con gli autori per conoscere meglio le opere «prestabili» e più in generale tutto il lavoro di Fausto Gilberti (artista, pittore, disegnatore e autore di libri per bambini) e di Marco Cadioli, net artist tra i più importanti non solo in Italia. Ai blocchi anche la nuova edizione di «Lògos. Sguardi contemporanei», ciclo di tre incontri dedicati a vari aspetti dell’architettura sacra contemporanea, al via il 27 febbraio con Adrian Paci. Detto del ritorno del format «OperAperta», le novità si concretizzeranno nel dialogo attivo fra «Custodi di bellezza. Racconti dai musei di arte sacra contemporanea», ciclo che vedrà ospiti direttori e curatori di quattro importanti musei che si muovono lungo strade parallele, anche per via delle loro origini intrecciate alla figura di San Paolo VI. PROTAGONISTA del primo incontro, il 23 gennaio, sarà Luigi Codemo, che racconterà la storia e le caratteristiche della GASC - Galleria di Arte Sacra dei Contemporanei di Milano; a febbraio Francesca Passerini parlerà della Fondazione Lercaro di Bologna, a marzo padre Andrea Dall’Asta presenterà l’esperienza del Museo San Fedele di Milano, mentre in aprile Micol Forti, curatrice della Collezione di Arte Moderna e Contemporanea dei Musei Vaticani, illustrerà la storia e gli sviluppi più attuali della raccolta di arte contemporanea vaticana, che proprio Papa Paolo VI aveva voluto costituire. Info, orari e ulteriori dettagli sul sito www.collezionepaolovi.it (030 2180817). • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Elia Zupelli
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Dopo gli attentati dei terroristi islamici a Parigi, quali misure andrebbero adottate dall'Italia?
ok