26 giugno 2019

Cultura

Chiudi

04.10.2018

EticaFestival, due mesi di incontri E l’«ospite» d’onore sarà lo sport

La Ferrari con il suo allenatore   Casella in piazza Loggia nel 2006  Gianfelice Facchetti, figlio dello storico capitano dell'Inter Giacinto
La Ferrari con il suo allenatore Casella in piazza Loggia nel 2006 Gianfelice Facchetti, figlio dello storico capitano dell'Inter Giacinto

Valori alti. Filosofia quotidiana, ma non per questo spiccia: è il pensiero che assume concretezza, si declina ogni giorno, prende forme differenti. Legalità, comunità, diritto, responsabilità, informazione. E poi lo sport, la grande novità della terza edizione di EticaFestival, progetto ormai consolidato che vede protagoniste Fondazione Provincia di Brescia Eventi e Provincia di Brescia, sotto la direzione di Vittorio Pedrali. UN'ANNATA MAI così ricca di appuntamenti, scatti ispirativi, parole e riflessioni, con 22 comuni coinvolti (erano 14 l'anno scorso) in 29 incontri, a cui si aggiunge il sostegno della Comunità montana di Valle Sabbia, Libera, Nomi e Numeri contro le mafie e Castello di Padernello. «La macrotematica dell'etica non è facile, rischia di essere scivolosa, a volte pericolosa – racconta Pedrali accanto a Nicoletta Bontempi e Michela Faustini (presidente e vice della Fondazione Provincia di Brescia Eventi), Ambrogio Paiardi (capo gabinetto Provincia), e agli assessori dei comuni coinvolti –. Ci muoviamo in un orizzonte che non è filosofico, o letterario in senso stretto, ma che mira a una partecipazione ragionata e ampia di pubblico. Facendo riflettere, secondo il nostro sottotitolo: “Testimoni, memorie, idee per il bene comune”. Un percorso itinerante che scandaglierà ogni angolo della provincia, a partire dall’8 ottobre, data di apertura al cinema teatro Oratorio Cristoforo Torri di Cologne, con «Fonti, fatti, interpretazioni: le basi dell'etica giornalistica», a cura del giornalista e conduttore di Report Sigfrido Ranucci. Mentre giovedì 18 ottobre toccherà a Vittorio Alberti affrontare il tema «Cosa può fare la cultura contro la corruzione?» a Villa Fenaroli di Rezzato. Solo i primi appuntamenti da fissare in agenda di una lunga carrellata che offrire ampio spazio all'etica declinata nella comunità, con le partecipazioni – tra le altre – di Lucilla Giagnoni e Giannino Piana, Giacomo Paris, Christian Di Domenico e lo spettacolo teatrale «Mio fratello rincorre i dinosauri», ma anche Luigi D'Elia con «Cammelli a Barbiana». Senza dimenticare gli interventi di Elisabetta Sgarbi, che parlerà con il giornalista di Bresciaoggi Stefano Malosso il 14 novembre a Borgo San Giacomo di «Libertà e responsabilità della cultura» e Marco Paolini, che proporrà a Villanuova sul Clisi il suo prossimo lavoro «Tecno-filò Technology and me». La novità è però costituita da un filone ad hoc consacrato allo sport e curato dal giornalista Enrico Danesi, che dialogherà con l'allenatore Gianni De Biasi (Orzinuovi, 23 ottobre), la ginnasta Vanessa Ferrari e il suo allenatore Enrico Casella (Carpenedolo, 30 ottobre), e infine con l'attore Gianfelice Facchetti, figlio dello storico capitano dell'Inter Giacinto (Manerbio, 8 novembre). Lo stesso Facchetti chiuderà poi il cartellone al Teatro San Giovanni Bosco di Edolo, il 5 dicembre, proponendo «Eravamo quasi in cielo». Tutti gli eventi avranno inizio alle 20.30, informazioni per il programma completo sulla pagina Facebook «Fondazione Provincia di Brescia Eventi» o eticafestival.eu. •

Jacopo Manessi
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Dopo gli attentati dei terroristi islamici a Parigi, quali misure andrebbero adottate dall'Italia?
ok