20 novembre 2019

Cultura

Chiudi

05.10.2019

Palazzo Negroboni spalanca le porte tra residenza nobiliare e sede di banca

Palazzo Negroboni in piazza  Paolo  VI a Brescia oggi sarà visitabile
Palazzo Negroboni in piazza Paolo VI a Brescia oggi sarà visitabile

Porte aperte al pubblico oggi dalle 10 alle 19, a Brescia a Palazzo Negroboni in piazza Paolo VI, già storica sede del Credito Agrario Bresciano, e oggi di Ubi Banca. L’iniziativa rientra nell’ambito di «Invito a Palazzo», la manifestazione promossa “Invito a Palazzo”, manifestazione annuale promossa dall’ABI, l’Associazione Bancaria Italiana. Sono previste visite guidate per gruppi di circa 20/25 persone condotte, oltre che da personale di Ubi Banca, anche da giovani studenti delle scuole secondarie di II grado, realizzate in collaborazione con l’architetto Andrea Minessi. L’ingresso è libero e gratuito e non è necessaria la prenotazione. Palazzo Negroboni è il frutto della felice fusione di una residenza nobiliare con una sede bancaria, realizzato su progetto di Antonio Tagliaferri, a partire dal 1904. L’antica dimora era orientata con la sobria facciata su via Paganora, mentre rivolgeva verso piazza Duomo il bel giardino all’italiana in una soluzione alquanto anomala per Brescia. Si conservano lo scalone a forbice e due infilate di sale, con ambienti dalla ricca decorazione ottocentesca. IL PALAZZO novecentesco vanta anch’esso punti di interesse: la sala delle Casse, coperta da un luminoso lucernario e ingentilita da affreschi, lo scalone di gusto eclettico con tele del Castelli e la sala consigliare arricchita da dipinti murali, come il grande «Omaggio a Brescia» del Cresseri. Gli scavi per l’edificazione del Palazzo portarono alla luce resti di una Domus romana della quale è esposto un pavimento a mosaico a motivi geometrici. •

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Dopo gli attentati dei terroristi islamici a Parigi, quali misure andrebbero adottate dall'Italia?
ok