09 luglio 2020

Cultura

Chiudi

02.06.2020

«Isidoro Capitanio», un inno alla rinascita

La Banda Cittadina di Brescia «Isidoro Capitanio»
La Banda Cittadina di Brescia «Isidoro Capitanio»

È questo un momento dell’anno tradizionalmente molto intenso per le attività della Banda Cittadina di Brescia, che a partire dal 25 Aprile e continuando con la Festa dei Lavoratori giunge ai primi di luglio, celebrando naturalmente anche la giornata odierna per la Festa della Repubblica; il tutto con una quindicina di concerti a comporre il programma. In questo periodo di forzata assenza l’Associazione «Isidoro Capitanio» non abbandona i cittadini della città e tutti i suoi sostenitori, pubblicando sui propri social e su YouTube un audiovideo in coincidenza di ogni data prevista per un concerto: così avviene anche oggi. In occasione dell’appuntamento che la Banda Cittadina di Brescia tiene abitualmente di pomeriggio nel cortile di Palazzo Broletto è previsto un audiovideo che appunto è disponibile su YouTube e sui social dell’«Isidoro Capitanio». Il repertorio, con brani tutti registrati al vivo, inizia dal vivo con l’esecuzione dell’Inno Nazionale italiano, cui segue «Eine kleine yiddishe Ragmusik» di Adam Gorb. Quindi ecco un brano del quale è autore uno dei due direttori della Banda Cittadina, Giuliano Mariotti, con la Ballata per sax tenore, di cui è solista Gianni Alberti. ARRIVA a quel punto la Fantasia on the Dargason di Gustav Holst, tratta dalla Second Suite in F for Military Band del compositore inglese e basata, nel suo quarto e finale movimento, su una canzone popolare. Non manca nemmeno un omaggio al compositore bresciano Giancarlo Facchinetti, maestro indimenticato del quale ricorre il 6 giugno prossimo il terzo anniversario della scomparsa e del quale viene proposto il Capriccio per pianoforte, fiati e percussione con Massimiliano Motterle. Il concerto si avvia successivamente alla sua conclusione con un’altra Suite per Banda, la «St. Lawrence» di Morton Gould, una breve serie di quattro brani scritti nel 1958 che vanno da Dedication a Quickstep, da Chansonnette a Commemoration March; ultimo brano «Cartoon» di Paul Hart, brillante e ispirato naturalmente al mondo dei fumetti, caratterizzato da numerosi e sorprendenti «effetti» da parte degli strumenti e delle percussioni. IL CONCERTO della Banda Cittadina è diretto dai maestri Sergio Negretti e Giuliano Mariotti ed è dedicato a Guido Speziani, recentemente scomparso a soli 35 anni e che per un lungo periodo è stato un valido e prezioso collaboratore dell’Associazione Filarmonica «Isidoro Capitanio». Una figura che sarà ricordata in una giornata tanto importante sotto diversi punti di vista. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Luigi Fertonani
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Dopo gli attentati dei terroristi islamici a Parigi, quali misure andrebbero adottate dall'Italia?
ok