22 gennaio 2020

Cultura

Chiudi

12.12.2019

LA MUSICA LIVE CHE VA DI MODÀ

I Modà: dominatori allo Spazio Dis_Play del Brixia Forum con 5000 spettatori AGENZIA FOTOLIVE/Fabrizio CattinaMika di slancio: ha saputo sedurre il PalaGeorgeSalmo: pur infortunato, ha trionfato due volte
I Modà: dominatori allo Spazio Dis_Play del Brixia Forum con 5000 spettatori AGENZIA FOTOLIVE/Fabrizio CattinaMika di slancio: ha saputo sedurre il PalaGeorgeSalmo: pur infortunato, ha trionfato due volte

Un anno di live a Brescia tra innovazione e tradizione: il 2019 si chiude con il trionfo dei Modà, campioni della più tradizionale melodia italiana visti in concerto domenica 7 dicembre da oltre 5000 fan entusiasti. Una conferma, che non blocca però l'onda nuova della musica italiana: a tallonare il primato di Kekko Silvestre e comparti ecco Salmo il 9 luglio e i Pinguini Tattici Nucleari il 4 settembre: per loro erano in 4500 a saltare in piazza Loggia. Il 3 settembre erano invece in 3000 per Carl Brave, altro asso della new generation. Trap e rap hanno dominato anche la Festa di Radio Onda d'Urto 2019, edizione record con oltre 100 mila presenze seppur con modalità d'ingresso non paragonabili a quelle degli eventi «mainstream», spesso con prezzi popolari e anticrisi: anche così però un'affluenza impressionante ha premiato da una parte la vecchia guardia indie di Subsonica e Bandabardò, dall'altra la next generation di Tedua, Mezzosangue, Nayt, Motta, Fast Animals and Slow Kids. E PENSARE che l'anno si era aperto sotto il segno di due vecchi leoni come Maurizio Vandelli e Shel Shapiro: un tuffo alle radici del beat prima di gettarsi nel primo grande evento della stagione con Emma, 3000 spettatori al PalaGeorge di Montichiari il 27 febbraio. Poco dopo, sullo stesso palco, lo sconcertante one man show di Fedez sotto gli occhi di Chiara Ferragni: meglio il travolgente Salmo nella sua prima venuta in terra bresciana, il 29 marzo, antipasto del trionfo estivo. Un pizzico di prog non guasta mai: così ecco il ritorno dei Jethro Tull, sempre il 29 marzo ma al Gran Teatro Morato, e la Pfm che canta De André al Dis_Play il 13 aprile davanti a 1700 persone. Più avanti toccherà ad un sensazionale Nick Mason (18 luglio con i Saucerful of Secrets in piazza Loggia, 2500 persone per un concerto da brividi) e al meno fortunato Banco del Mutuo Soccorso che in novembre, di fronte ad una platea di 300 spettatori, ha consentito ad una ventina di fan di seguire il concerto in diretta dal palco. In primavera sold out per Fiorella Mannoia ed Elisa al Morato (poi tornata al Brixia Forum il 30 novembre davanti a 4500 persone), e grande divertimento il 24 maggio per Raf e Tozzi: 2000 persone al Brixia Forum. Poi l'estate con Tener-A-Mente, il festival del Vittoriale di Gardone Riviera: apre uno straordinario Johnny Marr il 20 giugno, ma è Antonello Venditti alla fine il campione di una stagione che totalizza 23 mila spettatori in 14 serate da ben 32 nazioni oltre che da 75 province italiane. Seconda Diana Krall, terzo Xavier Rudd. A BRESCIA invece l'estate live del Cipiesse di Santo Bertocchi è iniziata con Paolo Conte il 29 giugno: raffinato come al solito per 2400 paganti. Poi Berté, un malinconico ed ironico Vecchioni, Gazzé, Cristiano De André a ricantare «Storia di un impiegato» il 21 settembre. L'autunno è stato inaugurato da Francesco Renga, due serate al Dis_Play il 28 e 29 ottobre davanti a 2700 spettatori: poi Pat Metheny a Chiari, Manuel Agnelli, Capossela e il trionfo di Mika il 30 novembre al PalaGeorge, 4000 persone per l'ultimo evento internazionale di un'annata ricchissima. Anche grazie all'apporto di locali come la Latteria Molloy con una programmazione mai così trasversale: Giovanni Lindo Ferretti (due volte) e doppio sold out per il Viaggio senza Vento di Omar Pedrini, Tre Allegri Ragazzi Morti e Motorpsycho, ma anche Hooverphonic, Arisa, Ruggeri. Per ricordare che la musica non ha barriere. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Claudio Andrizzi
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Dopo gli attentati dei terroristi islamici a Parigi, quali misure andrebbero adottate dall'Italia?
ok