22 settembre 2020

Cultura

Chiudi

03.08.2020

«LEZIONI DI CASA» LAMPI DI DOLCEZZA

I finalisti di PontedilegnoPoesia: al centro, la vincitrice della decima edizione del concorso Eva Taylor
I finalisti di PontedilegnoPoesia: al centro, la vincitrice della decima edizione del concorso Eva Taylor

Piange la montagna abbruttita dal temporale; sogna la montagna che ha accolto la decima edizione di «PontedilegnoPoesia»; ride la montagna che si offre al turista visitatore attento. A coronamento dell’evento, la vittoria di Eva Taylor, poetessa di lingua tedesca che qui da noi ha trovato città e paesi per scrivere piccole lettere piene di sentimento e dolcezza indirizzate al signor B, misterioso abitante di un condominio in cui c’è posto per tutti. La decima edizione del concorso promosso da MirellaCultura ha avuto il sostegno di Regione, Comune, Comunità Montana, Valcamonica Servizi e Rotary Club Lovere Iseo Breno. Giorni prima funestati da un temporale che se l’è presa con il Gavia bresciano, Case di Viso, Pezzo, Precasaglio, Zoanno, Ponte dei buoi e alvei di fiumi e ruscelli in scorrimento verso valle; poi l’offerta del decimo totem-monumento alla poesia (arricchito dalla lirica «Effatà» di Nina Nasilli); a seguire due serate con tre poeti ciascuna – Tiziano Broggiato, Angelo Gaccione e Claudio Pasi nella prima; Massimo Scrignoli, Gabriella Sica ed Eva Taylor nella seconda - impegnati a spiegare l’arcano del loro mestiere; infine, l’apoteosi di parole affidate alle pagine scritte, degna conclusione di un concorso che è anche incontro di anime in ricerca di quiete e bellezza. «SEMBRAVA impossibile, in questo 2020 tormentato, mettere la poesia al posto della pandemia, in modo che consegnasse a ciascuno briciole di speranza e di fiducia, ma ce l’abbiamo fatta», ha detto Andrea Bulferetti, presidente di MirellaCultura. «Abbiamo dato – ha aggiunto il vice-sindaco di Ponte di Legno Aurelio Pedretti - prova di fiducia nelle persone e nelle parole pensate e distribuite per circondare i giorni di serenità». Eva Taylor ha vinto con «Lezioni di casa», edito da Arcipelago Itaca. Al secondo posto la Giuria, presieduta da Eletta Flocchini che era affiancata da Giuseppe Grattacaso, Franca Ghisoni, Vincenzo Guarracino e Giuseppe Langella, ha collocato Claudio Pasi con «Ad ogni umano sguardo» edito da Nino Aragno e al terzo Massimo Scrignoli con «Lupa a gennaio», Book Editore. DUNQUE, TOCCA a una poetessa di origine tedesca che insegna lingue all’università scrivere il proprio nome al vertice dell’edizione numero 10. «La poesia – ha detto Gabriele Tacchini, vice-presidente di MirellaCultura - non ha confini; sulla montagna passi, volti, dialetti, parole, e sguardi sono di tutti e per tutti». Anche per questo, forse, il premio speciale del pubblico è andato alla stessa Eva Taylor. Ma se ha vinto la poesia, insieme a lei hanno vinto medici e infermieri che con coraggio hanno opposto al Covid sapere, passione e disponibilità a stare dalla parte degli ammalati, destinatari tramite le rispettive federazioni, rappresentate da Barbara Mangiacavallo e da Ottavio Di Stefano, del premio speciale dell’Associazione. «PontedilegnoPoesia» ha avuto coraggio nello sfidare la pandemia. E ha assegnato il premio alla carriera a Curzia Ferrari, poetessa «colpevole di aver vissuto scrivendo», sicura che la poesia «non può mai morire», presente in spirito dato che gli acciacchi, almeno per il momento, hanno avuto il sopravvento. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Luciano Costa
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Dopo gli attentati dei terroristi islamici a Parigi, quali misure andrebbero adottate dall'Italia?
ok