25 agosto 2019

Cultura

Chiudi

17.04.2019

Fumetti, Canestrari prepara il «Mosto» in tempo reale

Tavole  da «Mosto» di Samuele Canestrari MalEdizioni/Libri Somari
Tavole da «Mosto» di Samuele Canestrari MalEdizioni/Libri Somari

Chi ha voglia di mettere le mani dentro il mosto? La vendemmia è lontanissima ma c’è un alternativa altrettanto divertente, immersiva e materica: assistere al live painting di Samuele Canestrari all’Alberodonte di Rodengo Saiano che presenterà venerdì alle 21 il suo ultimo libro di illustrazioni, «Mosto». L’opera è nata dal dialogo tra la casa editrice bresciana MalEdizioni e la realtà creata dallo stesso Canestrari con l’amico fumettista Ahmed Ben Nessib. Il reticolo di disegnatori legati l’uno all’altro è fitto fitto, perché il mondo degli autori per immagini e testo, matita e grafite, è uno dei più interconnessi e più avvezzi allo scambio: il moderatore dell’incontro e dell’action painting sarà Marco Galli. CON IL LIBRO appena uscito e con «Gli uominicane non hanno la coda» il disegnatore marchigiano nato a Fano nel 1996 riesce, pur giovanissimo, a trascinare quasi corporalmente i lettori dentro il mondo bidimensionale: come se le due dimensioni fossero un’apparenza che resta tale solo da lontano. Quando ci si affaccia alle sue tavole è come se una grossa mano zeppa di rughe, inchiostro e carboncino trascinasse chi legge dentro il piano del disegno. Basta un attimo e tutti siamo lì, dentro questo mare opaco, spesso, popolato di visi segnati dalle occhiaie e dai sentimenti: dentro questi paesi lambiti dal vento e dalla sospensione del tempo. L’Italia degli anni Cinquanta si mescola ad atmosfere da X-Files, film di Lynch o sceneggiati come il «Ligabue» con Flavio Bucci degli anni Settanta. Samuele Canestrari ha studiato alla Scuola del Libro di Urbino, ha disegnato e scritto testi per le riviste Internazionale, Gagarin orbite culturali e Malamente, ha ricevuto il premio Scuola del Libro ad Animavì - Festival Internazionale del Cinema d’Animazione Poetico di Pergola nel 2017. L’anno scorso l’illustratore che vive in Romagna, a Modigliana, ha partecipato alla collettiva «La linea d’ombra» in rete con la Biennale del Disegno di Rimini. A MODERARE l’incontro sarà il bresciano Marco Galli, autore di «Oceania Boulevard» per Coconino-Fandango nel 2013, tradotto in Francia e Spagna, e di «Le Chat Noir» uscito per la stessa casa editrice. «Èpos» e «Le incredibili avventure di Brodowsky» sono pubblicati da Progetto Stigma ed Eris; l’antologia di giovani autrici «Materia Degenere, curata da Galli, è uscita invece per Diabolo. Le ultime visioni ed esperienze sono confluite dentro «La notte del corvo», un lavoro «anarchico e western» edito da Coconino Press. •

CENTE
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Dopo gli attentati dei terroristi islamici a Parigi, quali misure andrebbero adottate dall'Italia?
ok