22 settembre 2019

Cultura

Chiudi

14.03.2019

Savio, il sogno di uno scrittore La statua di Busi invece del Bigio

Domani alle 21 alla Nuova Libreria Rinascita di via della Posta 7 lo scrittore bresciano Francesco Savio presenta il suo ultimo romanzo «La sottovita», appena uscito da Mondadori (108 pagine, 16 euro). Il 44enne Savio è uno che da Mompiano tutti i giorni feriali - via metro e treno - si sposta a Milano dove lavora in una nota libreria del centro. E poi collabora come lettore della narrativa italiana per Feltrinelli, ha una moglie e due figli e gioca a calcio come trequartista: ora ha scritto un testo dal vago sapore bernhardiano, dopo i romanzi «Mio padre era bellissimo» (Italic peQuod, 2009) e «Il silenzio della felicità» (Fernandel, 2013) e due libri di letteratura sportiva («Anticipi, posticipi», Italic peQuod e «Il fuorigioco sta antipatico ai bambini» Ediciclo). Vicenda narrata ventre a terra da un uomo travolto sui monti suditirolesi da una mucca delle Highland. Il protagonista rivede passare la vita: dalla Brescia dell’infanzia alla venerazione per Aldo Busi (propone di fargli «costruire una statua di 751 centimetri di altezza e metterla al posto del Bigio»). •

F.MAR.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Dopo gli attentati dei terroristi islamici a Parigi, quali misure andrebbero adottate dall'Italia?
ok