06 dicembre 2019

Cultura

Chiudi

22.11.2019

Londra in un libro offre con Butturini il suo lato oscuro

Londra. Più che una città, uno stato mentale. Nel vorticoso flusso del giugno 1969 a catturarlo fu il suo lato più crudo e oscuro: quello appartenente a diseredati, indigenti, emarginati piuttosto che ai cappelli a bombetta o al cambio delle guardia, icone mercificate in pasto a turisti e cartoline. Un passo oltre l’apparente brulicavano le atmosfere della «Swinging London»: edonismo, modernismo, aria di rivoluzione sociale, libertà di espressione, metamorfosi politiche. GIAN Butturini ne rimase profondamente, magneticamente affascinato. E a mezzo secolo di distanza le fotografie scattate nelle penombre metropolitane disseminate lungo il Tamigi in quella stagione così folle e meravigliosa rappresentano l’essenza di un’epoca. Con i suoi vizi e le sue virtù, che oggi pomeriggio si staglieranno all’unisono, senza compromessi e senza pruderie - com’era nel suo stile - sullo sfondo del Macof, dove alle 18 lo storico libro «London by Gian Butturini» verrà ricordato in tutto il suo evocativo potere artistico, espressivo, riflessivo (introduce Renato Corsini). Nude, disilluse e brutalmente reali, le sue immagini in bianco e nero scattate con una Nikon testimoniano anche gli interrogativi che lo stesso Butturini andava ponendosi rispetto a temi quali l'ingiustizia sociale e la discriminazione: dalla siringa in un braccio a Victoria Station ai poveri senzatetto, passando attraverso umanità varie ed eventuali in circolo fra strade, pub e angoli sperduti, gli scatti di Butturini catturano l’istante di luoghi sfuggenti in cui si muoveva una vita frenetica, invisibile agli occhi comuni; ma anche una vita quotidiana piena di alti e bassi, gioie e dolori, lirismo e sarcasmo… Soggetti che hanno sedotto anche Martin Parr, il quale nel 2016 ha selezionato alcune fotografie tratte proprio da «London» per una mostra al Barbican Center: Butturini era l’unico italiano, in buona compagnia di Henri Cartier-Bresson, Tina Barney e Bruce Gilden. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Elia Zupelli
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Dopo gli attentati dei terroristi islamici a Parigi, quali misure andrebbero adottate dall'Italia?
ok