26 ottobre 2020

Cultura

Chiudi

18.09.2020

Metamorfosi, un weekend da 10 e lode

«L’angolino più buio del buio»: domani alle 20.30 al Santa Chiara
«L’angolino più buio del buio»: domani alle 20.30 al Santa Chiara

Dieci appuntamenti per il lungo weekend di «Metamorfosi», il festival organizzato da Teatro19 nell’ambito del progetto «Recovery.net – laboratori per una psichiatria di comunità», che offre alla città l’opportunità di confrontarsi sui temi della fragilità e della marginalità. In piazza Paolo VI, oggi dalle ore 17 alle 21, è in programma «Recovery Corner», un flash mob con un’attrice, un musicista e una danzatrice che si alternano in uno speaker corner inusuale dove trovano spazio di espressione artistica i temi della salute mentale. Sono invece quattro le proposte di domani. In Castello, dalle 10.30 alle 12, ci sarà un percorso botanico guidato da Stefano Ammiraglio, conservatore del Museo di Scienze Naturali di Brescia, che accompagnerà i partecipanti a conoscere meglio l’essenza delle piante che non sono solo elementi del paesaggio ma creature fondamentali per la nostra esistenza; alle 15.30 al chiostro Santa Chiara è in programma «Del fiorire», esito del workshop condotto da Francesca Mainetti con persone che in alcune pratiche del training dell’attore hanno individuato uno strumento di crescita e cambiamento; alle 18.30 ci si sposta presso Asterisco Libreria Bistrot in contrada delle Bassiche per lo storytelling «Mondomatto» con 4 ospiti misteriosi che, per 10’ a testa, raccontano un episodio della propria vita decisamente assurdo e infine, alle 20.30, si torna al chiostro per «L’angolino più buio del buio», spettacolo per bambini di Roberta Moneta e Tommaso Laffranchi sul tema della paura. DOMENICA sarà la giornata conclusiva del festival. In mattinata, dalla 10.30 alle 12 con partenza dal Castello, è prevista una passeggiata guidata dall’urbanista Claudio Buizza che consentirà di osservare dall’alto la città costruita e la città verde; dalle 15.30 alle 17 al chiostro Santa Chiara è in programma «Saresti capace di impararlo a memoria?», un breve workshop che prevede alcuni esercizi di gruppo partendo da un (non) semplice scioglilingua; alle 17.15 al chiostro Santa Chiara va in scena «Perché quando si è innamorati tutto sembra sempre più bello?», una performance di Teatro Magro realizzata dal gruppo di laboratorio integrato tra pazienti, cittadini e operatori del Centro Psichiatrico di Mantova; alle 18.30 presso OH!Ficomaeco in via Aleardi viene proposto «Pop corn al cemento», reading dei componimenti poetici di Marco Alessi; infine alle 20.30 al chiostro Santa Chiara si chiude con «Memoria del fiorire», un lavoro in progress di Francesca Mainetti con musiche di Bianca Caldonazzo che vuole indagare le differenze e similitudini fra animale umano e piante, nonché la loro interdipendenza. Per prenotazioni e modalità di partecipazione è bene Informarsi su info@teatro19.com. •

F.D.L.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Dopo gli attentati dei terroristi islamici a Parigi, quali misure andrebbero adottate dall'Italia?
ok