12 novembre 2019

Cultura

Chiudi

04.10.2019

Don Bontempi: cultura ebraica Lezioni in città

Il Talmud babilonese: uno dei testi sacri dell’Ebraismo
Il Talmud babilonese: uno dei testi sacri dell’Ebraismo

Don Franco Bontempi, camuno d’origine parroco di Esenta, studioso di teologia e di lingue orientali, biblista, esperto di ebraismo, da lunedì proprio su lingua e cultura ebraica inizierà un corso specifico in città. Da quasi trent’anni il sacerdote tiene un ciclo di incontri in materia, tanto che è quasi automatico parlare di una vera e propria scuola che a Brescia approfondisce i vari aspetti della cultura ebraica. Don Bontempi la ricollega alla Yeshivà di Joseph Jerusalmi, l’accademia che a fine Ottocento aveva reso famosa la nostra città in Europa attraverso l’edizione della Bibbia di Berlino (stampata nel 1494) usata da Martin Lutero per la traduzione in lingua tedesca. Nel tempo gli studenti partecipanti ai corsi hanno poi saputo allestire due mostre sulla presenza della cultura ebraica a Brescia ed in provincia, esportate poi in tutto il mondo. LA SOCIETÀ cittadina che favorisce lo studio della storia ebraica ha pubblicato anche alcuni studi sulle comunità ebraiche presenti in Lombardia. Le lezioni, in corso Martiri della Libertà dove ha sede la stessa società, si svolgono ogni lunedì in due sessioni, pomeridiana e serale. «La struttura - spiega don Bontempi - si articola in due parti fondamentali, la lingua biblica e contemporanea e la cultura, e viene assegnata priorità allo studio del testo biblico nella sua versione originale. In particolare si studierà un momento drammatico della storia ebraica: la distruzione del primo tempio vissuta dal profeta Geremia. Ancora, prenderemo atto del lavoro dell’ebraismo italiano attraverso la traduzione del Talmud babilonese studiando il trattato delle benedizioni». A due anni dall’anniversario della morte di Dante gli allievi potranno accostarsi al testo scritto dallo stesso coordinatore del corso sull’influenza ebraica nel pensiero del sommo poeta. Nella parte finale del ciclo di lezioni sarà esaminata la presenza femminile, soprattutto riferita a Hannah Arendt, politologa, filosofa e storica tedesca d’origine ebraica. Gli interessati devono contattare lo stesso don Bontempi (0309105147, fbontempi@libero.it). • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Luciano Ranzanici
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Dopo gli attentati dei terroristi islamici a Parigi, quali misure andrebbero adottate dall'Italia?
ok