18 gennaio 2020

Cultura

Chiudi

07.12.2019

Quando l’arte passa anche dagli «inviti»

Un poster-invito d’artista realizzato per una mostra  La copertina del libro di Bruno Tonini dedicato agli inviti d’artista
Un poster-invito d’artista realizzato per una mostra La copertina del libro di Bruno Tonini dedicato agli inviti d’artista

Alzi la mano chi non ha mai ricevuto un cartoncino di invito per un matrimonio, un battesimo o una festa di una certa importanza. Eppure i cartoncini di invito possono essere e sono anche qualcosa di più: un ricordo certo, una memoria ma anche una forma d’arte. E che arte. CON L’ARRIVO dei concettuali o dei minimalisti o ancora dei protagonisti della land art gli inviti, così si chiamano, sono assurti al rango di vere e proprie opere d’arte realizzate e pensate proprio dagli stessi protagonisti delle mostre che venivano e vengono organizzate nelle gallerie e nei musei di tutto il mondo. Ma come districarsi in questo panorama che abbraccia tutte le forme dell’arte contemporanea? Un soccorso arriva da un libro pubblicato recentemente dall’editore Danilo Montanari e scritto, o meglio costruito, da Bruno Tonini, titolare insieme al fratello Paolo dello studio bibliografico de L’Arengario. Tonini non è solo un libraio: oltre che un appassionato e un collezionista, è qualcosa che sta a metà tra il gallerista e il libraio grazie alla innata curiosità che lo anima, alla scoperta di nuovi percorsi e nuovi stimoli. Il libro, che verrà presentato domani alla 17.2 Art Gallery di corso Martiri della Libertà a Brescia, è un viaggio negli inviti d’artista che copre i vent’anni forse più prolifici ed entusiasmanti dell’arte contemporanea: dalla pop art a fluxus, dal 1965 al 1985. Oltre mille le schede relative ad altrettanti inviti d’artista che vanno dai semplici cartoncini ai manifesti e agli oggetti che annunciano, presentano e raccontano le mostre. Una guida alle nuove forme d’arte che sono nate nel secolo scorso e si dipanano anche in questo. Nell’introduzione Tonini spiega i perché di questo straordinario lavoro, mentre il gallerista Massimo Minini legge gli inviti come un messaggio per il mondo a venire. Infine, ecco una dettagliata quanto interessante «biografia» dell’arte contemporanea e dei suoi protagonisti firmata da Angela Madesani. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Dopo gli attentati dei terroristi islamici a Parigi, quali misure andrebbero adottate dall'Italia?
ok