05 agosto 2020

Cultura

Chiudi

14.07.2020

RIDERE DI PAURA CON L’ARCHITERROR

Lo sguardo e il sorriso di (metà) Massimo Adiansi nel tunnel di «Arancia Meccanica» a LondraA Benevento l’inquietante «Pio robot d’acciaio»L’inquietante scultura situata in Campania
Lo sguardo e il sorriso di (metà) Massimo Adiansi nel tunnel di «Arancia Meccanica» a LondraA Benevento l’inquietante «Pio robot d’acciaio»L’inquietante scultura situata in Campania

Ridere allunga la vita, dicono i medici. Ridere grazie alla satira intelligente ancora di più. Architerror vi farà sbellicare ma anche riflettere sulla tapina condizione dell’architettura contemporanea. È sia su Instagram che Facebook, che tutti scrolliamo per sfuggire ai momenti di noia. Non è una pagina per «addetti ai lavori», pur parlando di edilizia. Ogni post è corredato da fotografie al limite del surreale e da un brillante commento, a volte ironico, altre sarcastico. Cosmopolitan l’ha segnalato tra le 10 pagine di Instagram da tenere d’occhio nel 2020. Alla sua regìa c’è Massimo Adiansi, architetto bresciano, dotato di humour anglosassone ma anche di comicità surreale alla Mario Marenco, trasferitosi da anni a Londra per lavoro. NEL 2016, in una delle sue serate uggiose londinesi, Adiansi decide che è arrivato il momento di andare a caccia di terroristi architettonici e come Don Chisciotte, a cavallo del ronzino social e con la penna in resta, inizia a pubblicare foto di brutture per denunciare la deriva in cui è precipitata l’architettura, vittima di scimmiottamenti estetici delle precedenti epoche gloriose. Da qui il post sul «tempio paleomarchigiano di epoca precompressa» perché realizzato secondo stilemi greci ma con cemento armato. E poi a Rezzato il «monumento al guidatore distratto», che ritrae «un’auto intenta a planare dopo aver lasciato semiassi e ruote sul cordolo». E ancora a Benevento l’inquietante scultura dedicata a Padre Pio, ribattezzata «Pio robot d’acciaio» le cui armi sono «le stimmate perforanti, l’omelia narcolettica e il rosario infinito». IN QUESTI ANNI Architerror è diventato grande: «Da riflessione solitaria si è trasformato in un collettivo dove i lettori, che hanno raggiunto quota 51.500, partecipano attivamente alla discussione». Adiansi, ricevendo materiale da selezionare e postare, ha deciso di creare un secondo canale più democratico, Architerror LT, dove chiunque possa aprire le discussioni più disparate sul tema architettonico. La sigla LT sta per «light» da Autocad LT, programma vettoriale di disegno, ma anche per «Ludovico technique», il kubrickiano «metodo Ludovico» a cui vengono sottoposti i drughi di Arancia Meccanica che al ritmo di Ludwig Van Beethoven sono costretti a guardare scene violente a scopo rieducativo. Il nume tutelare di Architerror è il maestro del razionalismo Ludwig Mies Van der Rohe, scelto per il valore architettonico e per il nome comune a Beethoven. Lui ispira la divulgazione d’immagini del terrore come deterrente al loro ripetersi. Nel 2019 Adiansi è stato invitato alla fiera del Libro di Pescara, per parlare di Architerror. Logico domandarsi se dopo quest’evento ci sarà la pubblicazione di un libro, che dia forma cartacea alla sua realtà virtuale. Ma a questo interrogativo risponde restando vago: «Architerror è un perenne work in progress, difficile cristallizzare la sua valenza dadaista e dissacratoria su carta. L’ideale sarebbe la presenza in una galleria d’arte come performance artistica temporanea o come inserto periodico di una rivista d’architettura». Non ci resta che rimanere sintonizzati per vedere cosa accadrà in futuro. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Elisabetta Ghidini
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Dopo gli attentati dei terroristi islamici a Parigi, quali misure andrebbero adottate dall'Italia?
ok