10 luglio 2020

Cultura

Chiudi

14.05.2020

Riparte il Progetto Memoria Tocca a San Pietro Apostolo

Prosegue a Rezzato il Progetto Memoria, alla scoperta e riscoperta del territorio. Stavolta i riflettori sono puntati sul convento francescano di San Pietro Apostolo. Nell'anno 1008 il vescovo di Brescia Landolfo II acquistò dal suo arcidiacono Milone alcune terre, una casa, un cortile e la chiesetta di San Pietro, che poi venne donata al monastero di Sant’Eufemia, retto dai monaci Benedettini. Che, coerenti con il motto «ora et labora», ristrutturarono la chiesetta e costruirono un piccolo monastero. Coadiuvati dagli abitanti, i Benedettini iniziarono la bonifica della Valverde e della pianura di Rezzato, dando così vita a un piccolo borgo. Il vescovo di Brescia Augusto Maggi il 12 marzo 1299 sancì la nascita del libero Comune di Rezzato, che venne così sottratto all'autorità dell'abate di Sant’Eufemia e di conseguenza al monastero di San Pietro in Colle. I cittadini che lo desiderano possono mettere a disposizione della biblioteca comunale fotografie attinenti persone e luoghi di Rezzato, prevalentemente dei decenni scorsi. Info biblioteca@comune.rezzato.bs.it. •

A.LAF.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Dopo gli attentati dei terroristi islamici a Parigi, quali misure andrebbero adottate dall'Italia?
ok