02 giugno 2020

Cultura

Chiudi

02.04.2020

Sara Poli, un video per incoraggiare Brescia e Bergamo

Matita e Tempera nei disegni di Cristina Carcavecchia
Matita e Tempera nei disegni di Cristina Carcavecchia

Per «rimanere in contatto con la parte migliore di noi», per dire «Forza Brescia e Forza Bergamo» - che al di là della rivalità si trovano unite nella sofferenza, città stremate che «insieme possono farcela» - si può cliccare su un suggestivo video. Lo ha realizzato la regista salodiana Sara Poli che con il suo sguardo ha messo insieme l’emozionante musica, «Serenità», composta e suonata al violoncello da Daniela Savoldi, e i bei disegni a matita e tempera di Cristina Carcavecchia con scorci delle due città. «FORTE è il senso di impotenza che mi avvolge. Ma più forte il desiderio di fare qualcosa che possa essere di aiuto in questi giorni di fatica e dolore, - afferma la Poli che, coniugando diversi linguaggi, veicola un messaggio di solidarietà e incoraggiamento -. Noi artisti sappiamo solo fare questo. Un piccolo gesto che spero arrivi al cuore di chi può dare una mano a queste nostre città». E aggiunge, lei che con l’associazione «ProgettieRegie» ha lavorato spesso nella Bergamasca, «Non ho voluto dimenticare i nostri vicini che ora lo sono più che mai. Lì vivono tanti amici che negli anni ci hanno sostenuto e dato fiducia. Fianco a fianco possiamo farcela. Potremmo finalmente scoprire che siamo un'unica famiglia e se non facciamo comunità sarà un’esperienza sprecata». Il video non chiede solo donazioni, ma tacitamente anche tempo, informazioni corrette ed utili, piccole assistenze, soprattutto non far sentire soli dentro questa sofferenza che ci circonda. «Ho inserito anche un arcobaleno, forse banale, ma ci tenevo a questo abbraccio virtuale, in attesa che torni il tempo degli abbracci veri». Anche per lei marzo sarebbe stato un mese strepitoso, tra repliche e debutti, un’esplosione che è stata invece di tutt’altra natura: «All’inizio ero scioccata, poi con i «lampi di luce e poesia» di Laura Mantovi su Facebook e il video abbiamo ridato un senso al nostro lavoro, in questo silenzio la gente ha reimparato ad ascoltare le voci. La risposta è stata commovente, tanti ci chiamano anche da fuori regione». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

.M.MO.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Dopo gli attentati dei terroristi islamici a Parigi, quali misure andrebbero adottate dall'Italia?
ok