21 settembre 2020

Cultura

Chiudi

11.09.2020

UN ANNIVERSARIO A REGOLA D’ARTE

Il violinista Glauco Bertagnin: ha frequentato il Conservatorio «Pollini» di Padova
Il violinista Glauco Bertagnin: ha frequentato il Conservatorio «Pollini» di Padova

Spazio Aref compie 20 anni e, come l’arte di cui nel tempo si è fatta promotrice, lo fa in grande stile offrendo al pubblico del web un carosello dei momenti salienti che ripercorrono il suo progetto. Aref, infatti, negli anni della sua attività ha rappresentato per l’arte in ogni sua sfumatura (musicale, poetica, pittorica, fotografica) un palco, un promotore, un divulgatore, un sostenitore e un rivelatore di talenti. È stata un palco perché ha ospitato mostre, concerti e conferenze; un promotore perché ha accolto innumerevoli eventi di presentazione di libri e supportato la circolazione di un’attività apparentemente dimenticata come la poesia; un divulgatore perché ha progettato e proposto corsi di storia dell’arte; un sostenitore perché ha realizzato pubblicazioni culturali e, attraverso la creazione di un archivio dell'arte bresciana contemporanea, ha messo a disposizione degli studenti materiale di ricerca unico e prezioso; un rivelatore di talenti perché, grazie alla sua rassegna dedicata alla musica contemporanea, ha dato spazio ed attenzione a nuovi artisti spesso trascurati nel panorama musicale bresciano. AREF è tutto questo e da oggi, data del primo incontro online, ripercorrerà i momenti migliori della sua incessante promozione culturale. Assolutamente da non perdere l’appuntamento di domani che vedrà protagonisti il violinista padovano Glauco Bertagnin e il violoncellista bresciano Marco Perini sulle musiche di Ravel, compositore poliedrico celeberrimo per il suo interesse verso la musica folklorica e le forme musicali per danza. DA SEGNARE sul calendario anche il 20 settembre, quando il cartellone del ventennale ricorderà Giovanni Battista Ferrari, protagonista della pittura di paesaggio lombarda dell’Ottocento, la cui sensibilità, particolarmente attratta dalla luce e dalla natura, ci ha regalato tele capaci di trasmettere un sentimento di comunione gioiosa dell’uomo con la natura. Rilevante anche il tributo del 25 settembre che racconta, attraverso la fissità dell’arte fotografica, la tragedia propulsiva della guerra che consegnò al mondo il Guernica di Picasso, oltre ad una nuova consapevolezza di disequilibrio. Per finire, consigliatissima anche la visione dell’ultimo incontro, quello del 27 settembre, dedicato al pittore dell’acqua Eugenio Amus, allievo del più noto Francesco Hayez, autore del famosissimo dipinto «Il bacio». I vent’anni di Aref rappresentano un traguardo importante, ma anche l’augurio che il tema della cultura riesca non solo a riaffiorare ogni tanto alla nostra attenzione, ma a rivestire sempre un ruolo educativo di straordinaria importanza nelle nostre vite. Quindi festeggiamo insieme all’associazione e ricordiamoci di essere quello di cui la nostra società ha bisogno ora: e cioè amici e sostenitori, come Aref, della cultura, grandissima civilizzatrice dei popoli I video che compongono la rassegna per il ventennale, trasmessi secondo il calendario pubblicato qui accanto, saranno visibili cliccando il link corrispondente. Rimarranno disponibili complessivamente per un’ora e saranno on line soltanto nel giorno e all’orario indicato. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Chiara Comensoli
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Dopo gli attentati dei terroristi islamici a Parigi, quali misure andrebbero adottate dall'Italia?
ok