20 giugno 2019

Economia

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

25.05.2019

Duferdofin-Nucor firma un maxi investimento

Il presidente Antonio GozziDuferdofin-Nucor investe nel sito di San Zeno Naviglio per rafforzarsi nelle travi e negli altri laminati
Il presidente Antonio GozziDuferdofin-Nucor investe nel sito di San Zeno Naviglio per rafforzarsi nelle travi e negli altri laminati

Un maxi sforzo che testimonia l’importanza del territorio e apre nuove importanti prospettive anche dal punto di vista occupazionale. IL VERTICE di Duferdofin-Nucor - joint venture paritetica tra il gruppo internazionale Duferco e Nucor Corporation (la più importante azienda siderurgica americana) - ha deciso la realizzazione di un nuovo laminatoio in Italia, precisamente nello stabilimento controllato a San Zeno Naviglio dove la società ha il suo quartier generale. Un investimento di oltre 150 milioni di euro, in gran parte ricorrendo a risorse proprie, precisano i vertici della società: consentirà la realizzazione di un impianto integrato per la verticalizzazione ottimale dell’acciaio prodotto dall’acciaieria di San Zeno. Lo sforzo, grazie alla perfetta localizzazione geografica, i livelli di efficienza e qualità raggiunti dall’acciaieria in questi anni, l’utilizzo delle più moderne tecnologie, ha come obiettivo la realizzazione del treno di laminazione di travi e di altri laminati best cost producer in Europa. Dotato delle più moderne tecnologie utilizzate sarà a bassissimo impatto ambientale, ad alto risparmio energetico e utilizzerà energie rinnovabili grazie alla stipula del PPA (Power Purchase agreement a lungo termine), sottoscritto da DTX Commodities (controllata Duferco per il trading energetico) con Fera (Fabbrica energie rinnovabili ambiente). Con il nuovo impianto l’intero sistema produttivo Duferdofin-Nucor raggiungerà circa 1 milione di tonnellate di prodotti laminati l’anno. I laminatoi esistenti a Pallanzeno (Verbania) e Giammoro (Messina) saranno specializzati: il primo prevalentemente sui profili speciali, il secondo prevalentemente sui mercati geografici del Mediterraneo. Inoltre, è prevista la creazione di almeno 150 nuovi posti di lavoro a San Zeno, in aggiunta all’attuale forza di oltre 250 addetti. L’impianto, per cui è stato avviato l’iter autorizzativo e la cui entrata in funzione è prevista per la fine del 2022, rappresenta il più importante investimento di una joint-venture italo americana degli ultimi anni, «dimostrando che l’Italia su progetti industrialmente validi è ancora capace di attrarre investimenti esteri», si legge in una nota. Per Antonio Gozzi (leader di Duferdofin-Nucor e già presidente di Federacciai) «si tratta del coronamento di un sogno lungo almeno decine di anni e il risultato di una lunga attività di miglioramento continuo, in cui tutti gli uomini di Duferdofi-Nucor sono stati impegnati. Il nostro obiettivo è di rendere il gruppo sempre più eccellente, profittevole e sostenibile nell’interesse di tutti gli stakeholder». Gozzi, quindi, ringrazia Nucor «per il sostegno prestato all’iniziativa» e ribadisce l’orgoglio «di Duferco per questa collaborazione». DUFERDOFIN-NUCOR srl, nata dall’alleanza strategica tra due importanti player mondiali del settore siderurgico, è oggi un primario punto di riferimento in Italia, Europa e Nord Africa per la produzione di travi e di laminati lunghi. La combinazione di know-how, tecnologie e risorse umane «ha dato vita a un sistema coeso, solido e integrato di aziende, capace di ottenere le massime sinergie nella produzione di laminati, a costi competitivi e minimo impatto ambientale», si legge nel comunicato. Nel perimetro di consolidamento rientrano Travi e Profilati di Pallanzeno srl (controllata al 100%) - cui fa riferimento direttamente anche lo stabilimento di San Zeno Naviglio interessato dal nuovo maxi investimento - e la Acofer Prodotti Siderurgici srl (detenuta interamente). I dipendenti complessivi del gruppo sono 755. Il bilancio consolidato al 30 settembre 2018 si è chiuso con ricavi in aumento a 559,297 milioni di euro e un risultato netto di oltre 2 milioni di euro. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

C.C.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1