sabato, 23 gennaio 2021
CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

27.11.2020

Gli Usa tra
virus e l’altalena
Trump

Donald Trump si è fatto aspettare, probabilmente per l’ultima volta, da chi lo attendeva (tutti gli americani o quasi) a un balcone per dare un addio al 47 per cento dei cittadini che hanno votato per lui. Egli a lungo non ha voluto accettare il verdetto. Ha giocato tutte le carte che ha trovato nei cassetti della Casa Bianca, non ha trovato voci ufficiali che lo salvassero, ha finito con l’ammetterlo e a preannunciare il suo addio. Trump ha parlato, in piedi, come sempre, anche se non dalla Casa Bianca. È stato telegrafico e pur senza ammettere la sconfitta ha detto che lascerà. Ma la gran parte del discorso, come nel suo stile, è stata dedicata a proclami di vittoria. Il presidente uscente ne ha elencati ben due . Il primo dovrebbe essere il regalo di Natale per tutti gli americani alle prese con il bollettino di «guerra» del coronavirus. Ebbene Trump non ha annunciato l’arma mondiale contro il Covid-19 ovvero un vaccino finalmente efficace, venuto dall’estero e che sarà pronto soltanto tra molti mesi. No, il presidente uscente ha annunciato qualcosa di meglio: una «medicina» a suo dire più potente e pronta più in fretta. È quindi passato alla seconda buona novella riguardante la seconda grande crisi: l’economia. Trump ha annunciato il balzo in alto della Borsa attribuendosene i meriti. Infine è arrivato l’ «addio» che non è stato un addio ma un «arrivederci». Dunque tutto finito? Non proprio. La Cbs ha diffuso la notizia che Biden ha passato la soglia degli 80 milioni di voti, un record assoluto per un presidente Usa. E riecco Trump tornare da capo: «Ho appena visto il conteggio dei voti. È impossibile che Biden abbia ricevuto 80 milioni di voti. Sono state elezioni truccate al 100%». Ancora accuse, per un’America che non ha pace tra Covid e un altalenante e minaccioso Trump. pasolini.zanelli@gmail.com

ALBERTO PASOLINI ZANELLI
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1