03 giugno 2020

Lettere

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

09.03.2020

Farmacie, forza insostituibile

Egregio direttore, nella battaglia al contenimento del Coronavirus è arrivato un trasversale riconoscimento alle farmacie da parte del mondo della politica. Si riconosce, infatti, lo sforzo e l’impegno profusi da questi professionisti in camice bianco, che, senza mascherina e senza particolari strumenti di protezione - come ha sottolineato il ministro della Salute, Roberto Speranza, ringraziandoli - accolgono e consigliano chi non sta bene, esponendosi a clienti con tosse, raffreddore o sintomi influenzali. Una presenza, quella dei farmacisti, tranquillizzante e una garanzia anche per le informazioni e le precauzioni da seguire scrupolosamente, che forniscono, per evitare il contagio. Se penso che, solo non molti anni fa, questi autentici presìdi della salute, oggi finalmente riconosciuti come tali per la capillarità sul territorio e la professionalità di chi vi opera, venivano messi in discussione, non posso che essere soddisfatto che le autorità governative si siano rese conto che si sarebbe corso il rischio, serio, di mortificare un sistema, se non addirittura di smantellarlo, che funziona ed è insostituibile. Luigi Cavalieri BRESCIA

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1