23 febbraio 2020

Lettere

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

24.01.2020

Patria, popolo e interrogativi

Egregio direttore, a casa mia, solo io posso decidere chi entra e chi esce e solo io posso decidere se fare o meno qualsiasi cosa: se lo fa qualcun altro, beh allora vuol dire che non è più casa mia. Se oggi nel Paese non possiamo più decidere chi entra e chi esce e se fare o meno qualsiasi cosa, beh allora vuol dire che non è più il nostro Paese. Dunque, apriamo bene gli occhi: ormai, il nostro Paese non esiste più. Non abbiamo più alcun territorio, non abbiamo più alcuna sovranità e non siamo più un popolo, poche storie. O forse, non siamo mai stati un popolo: diversamente, non ci saremmo mai lasciati conciare come ci hanno conciati. Qualcuno ben lo sapeva sin dall’inizio ed ha agito di conseguenza: qualcuno, ad esempio, che dice di «voler abbattere qualsiasi muro» e a qualsiasi costo. Bene. Tutta questa bella gente, tutti questi intelligentoni così pii e così buoni con i sacrifici e sulle spalle degli altri, non hanno forse anche loro un muro da qualche parte: un muro che circonda e protegge le loro persone e le loro case? Cosa potrebbe succedere, ad esempio, se qualcuno di noi tentasse di abbattere quel muro, o tentasse con la forza o l’inganno di entrare in quelle case? Non oso nemmeno immaginarmelo. Ma quali «traditori della patria», di quali «traditori» e di quale «patria» si starebbe mai cianciando? Non vi possono essere dei traditori della patria, se quella patria non esiste più o forse, non è mai esistita. Milani dr. Livio Gianni

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1