01 aprile 2020

Lettere

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

18.02.2020

Tangenziale sud e alberi fantasma

Gentile direttore, durante i lavori della Commissione Bilancio riunitasi nell’imminenza dell’ultima seduta consigliare, l’opposizione propose un emendamento tendente a finanziare con 150mila euro la piantumazione lungo la Tangenziale Sud allo scopo di contenere l’inquinamento prodotto dal transito veicolare. L’emendamento fu respinto dalla maggioranza, e ciò ha scoperchiato il mitico vaso di Pandora. Notizie di stampa riportano la dichiarazione resa da un assessore successivamente alla seduta consigliare, con la quale la bocciatura dell’emendamento proposto dall’opposizione viene motivata con il fatto che «esiste un tesoretto di 4 milioni di euro per realizzare un bosco lungo la Tangenziale Sud». Secondo tale dichiarazione, «il tesoretto ebbe origine 10-12 anni fa, con la realizzazione della terza corsia della Tangenziale Sud. Al tempo, durante la VIA, la Regione prescrisse la mitigazione ambientale stanziando le risorse. Risorse che ora vanno impegnate, se non le si vuole perdere». Il 15 gennaio partecipai all’assemblea organizzata dal Consiglio di quartiere Lamarmora sul tema dell’ambiente. A proposito della piantumazione lungo la Tangenziale Sud, il dirigente comunale presente in assemblea affermò che le aree lungo la tangenziale dove si chiede la piantumazione non sono di proprietà comunale, ma Comune e Provincia sul tema hanno fatto due riunioni, di cui la seconda si è tenuta alla fine dello scorso anno. Tale affermazione parrebbe trovare conferma in un recente intervento su un «social» di un consigliere comunale, il quale ha sostenuto che vi sarebbe in corso una interlocuzione tra il Comune e la Provincia di Brescia, a cui compete la Tangenziale Sud e che in sede di ampliamento aveva ricevuto dei fondi da destinare alla mitigazione e piantumazione del corridoio. Cosa che finora non è stata fatta, e su cui si sta lavorando, proprio per tutti i quartieri che sono attraversati dalla Tangenziale Sud. Insomma, parrebbe che vi sia a disposizione una montagna di soldi pronti per essere utilizzati allo scopo; occorrerebbe, tuttavia, che il Comune finalmente si adoperasse per giungere al risultato. Se, poi, a questo tesoro non si è mai attinto, e se è vero che esso esiste da 10-12 anni, allora la responsabilità per non averlo ancora reclamato va ascritta non solo all’attuale maggioranza di centrosinistra, ma anche all’attuale opposizione di centrodestra, che ha governato la città dal 2008 al 2013, e che ha guidato la Circoscrizione Sud durante gli ultimi due mandati. In un appello recentemente lanciato dal sindaco al mondo ambientalista, tendente ad ottenere dagli ecologisti un aiuto nella lotta contro lo smog, egli menziona al riguardo molti punti programmatici, senza tuttavia mai accennare alla piantumazione lungo la Tangenziale Sud. Eppure, nelle «Linee programmatiche relative alle azioni e ai progetti da realizzare nel corso del mandato 2018-2023» si menzionano proprio «interventi sulle mitigazioni intorno alle grandi vie di percorrenza stradale, quali Tangenziale Sud e Ovest e Autostrada A4». Il mito del vaso di Pandora narra che, una volta scoperchiato, dal vaso uscirono tutti i mali che affliggono l’uomo, ma che in fondo a esso rimase la speranza, la quale, appunto, è sempre l’ultima a morire. Emanuele Formosa BRESCIA

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1