24 settembre 2020

Spettacoli

Chiudi

14.08.2020 Tags: Musica

«Appassionatamente» con Chen Guang

Antonio Chen Guang:  ha 26 anni e attualmente studia a Vienna
Antonio Chen Guang: ha 26 anni e attualmente studia a Vienna

«Appassionatamente» è il titolo scelto per il concerto in programma stasera alle 21 nella Sala Paradiso del centro congressi dell’Hotel Mirella, a Ponte di Legno, in alta Valcamonica. Del recital pianistico sarà protagonista Antonio Chen Guang, artista cinese di 26 anni. Il programma propone nella sua prima parte il Concerto Italiano in fa maggiore BWV 971 di Johann Sebastian Bah e la Sonata in fa minore op. 57, la celebre «Appassionata», di Beethoven. Una sorta di preludio a uno straordinario ciclo della musica romantica, il Carnaval op. 9 di Robert Schumann con le sue «scene mignonnes sur quatre notes». CON IL CONCERTO nach Italienischen Gusto (ovvero: concerto alla maniera italiana) BWV 971 Bach rende un concreto omaggio - non l’unico - a uno stile che già in giovinezza aveva conosciuto e apprezzato con autori come Antonio Vivaldi e Tomaso Albinoni; uno stile che qui ripensa in modo del tutto personale, con il termine «Concerto» ad alludere a una contrapposizione che nell’originale per clavicembalo a due tastiere risultava particolarmente evidente. Il termine «Appassionata» non fu scelto per questa Sonata da Beethoven ma è estremamente efficace per definirla fin dalle sue prime battute: la composizione in effetti si caratterizza nei suoi tre movimenti come un brano straordinario, nel quale la crescita emotiva procede in modo quasi irrefrenabile. Il Carnaval op. 9 di Robert Schumann è uno straordinario affresco fantastico, capolavoro del genio romantico. Ma perché «piccole scene su quattro note»? Si parte da «Asch», nome di una piccola città le cui quattro lettere appaiono nel cognome dell’autore, per costruire un gioco di rimandi nel quale compaiono non soltanto alcune maschere del Carnevale, ma anche alcune delle immagini sulle quali Schumann fonda lo spirito musicale romantico, ad esempio quelle dell’irruente Florestano contrapposto al mite Eusebio. Antonio Chen Guang è nato nel 1994 in una famiglia di musicisti nella provincia di Hubei, in Cina, e a 11 anni si è trasferito a Pechino per studiare al Conservatorio Centrale, concludendo i suoi studi nel 2012 alla celebre Juilliard School di New York. All’Accademia Internazionale Pianistica di Imola ha studiato con Vladimir Ashkenazy ed è stato il più giovane laureato nella storia dell’istituto; attualmente vive a Vienna e continua il suo perfezionamento con Lilya Zilberstein. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

L.FER.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Dopo gli attentati dei terroristi islamici a Parigi, quali misure andrebbero adottate dall'Italia?
ok