28 novembre 2020

Spettacoli

Chiudi

30.10.2020 Tags: musica

«Brillare da sola: per non darsi mai per vinti»

Le Deva: insieme alla bresciana Roberta Pompa Greta Manuzi, Laura Bono e Verdiana ZagaroRoberta Pompa: in passato aveva Maya come nome d’arteLa copertina del singolo appena firmato dalle Deva
Le Deva: insieme alla bresciana Roberta Pompa Greta Manuzi, Laura Bono e Verdiana ZagaroRoberta Pompa: in passato aveva Maya come nome d’arteLa copertina del singolo appena firmato dalle Deva

Un invito a guardarsi dentro per trovare le risorse necessarie a resistere. Anche a tempi oscuri come questi. In pieno panico da seconda ondata arriva il messaggio positivo di «Brillare da sola», il nuovo singolo delle Deva: il quartetto femminile capitanato dalla bresciana Roberta Pompa con Greta Manuzi, Laura Bono e Verdiana Zagaro è tornato in azione da qualche giorno dopo un lungo periodo di stop con un brano che anticipa un secondo album ancora in fase di gestazione. «Lo stiamo completando a distanza – racconta Roberta Pompa, la vocalist di Ospitaletto lanciata alcuni anni fa da X Factor dopo una lunga gavetta a livello locale -. Siamo nella fase più delicata perché stiamo lavorando ad una serie di pezzi scritti esclusivamente da noi quattro sempre sotto la guida di Marco Rettani, nostro autore guida. Non una novità assoluta, già nel precedente lavoro avevamo contribuito a qualche traccia, ma queste saranno le nostre prime vere canzoni firmate a otto mani: una svolta importante per un disco che speriamo possa vedere la luce in primavera. Come avete scelto il singolo della vostra rentrée? «Brillare da sola» è un brano cui siamo tutte molto legate: era nel cassetto da un paio d’anni, lo avevamo già provinato, ma aspettavamo il momento giusto per farlo uscire. Ci siamo trovate automaticamente d’accordo sull’idea di pubblicarlo in questa difficile congiuntura storica proprio perché è un invito a non darsi per vinti, ad impegnarsi per superare tutti gli ostacoli della vita, anche quelli che sembrano più insormontabili. Quale il significato del titolo? Solitamente una persona cerca di realizzare la propria felicità guardandosi intorno, aggrappandosi agli altri o alle cose esterne, dimenticando che per brillare davvero occorre tirare fuori la forza che abbiamo dentro noi stessi. Certo questo viaggio interiore può essere faticoso ma una volta volta fatto diventa un viatico importante per affrontare ogni prova. Da cantanti ad autrici dei vostri pezzi: un passo importante per un gruppo nato quasi per caso… Vero, non ci siamo scelte all’inizio, il gruppo è stato creato dal nostro manager, ma alla fine siamo diventate come sorelle. Tra noi si è costruito un clima di fortissima solidarietà ed intesa: abbiamo un rapporto molto sincero, credo sia questa la nostra forza. Scrivere insieme è una svolta che ci consolida come gruppo. L’allontanamento forzato dopo tre anni di vita quasi in comune è stato quasi un trauma: abbiamo sentito profondamente la mancanza l’una dell’altra. Crediamo tanto in questo progetto, e ci crediamo tutte insieme. Quali i suoi sentimenti di fronte a questa nuova, difficile prova che la pandemia sta imponendo? Purtroppo credo che probabilmente non ne usciremo tutti in piedi. Le difficoltà sono enormi, ho parlato l’altro giorno con un amico ristoratore, ho quasi pianto per lui. Spero in decisioni e in aiuti giusti e concreti per tutti quelli che stanno soffrendo le conseguenze di questo virus.

Claudio Andrizzi
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Dopo gli attentati dei terroristi islamici a Parigi, quali misure andrebbero adottate dall'Italia?
ok