24 ottobre 2020

Spettacoli

Chiudi

14.03.2020 Tags: Teatro

Cabra, da Brescia a Londra sulle ali del talento

«La tragedia del vendicatore»: lo spettacolo è andato in scena al Barbican Theatre di LondraL’attore bresciano Fausto Cabra applaudito in Inghilterra e sempre più sotto i riflettori
«La tragedia del vendicatore»: lo spettacolo è andato in scena al Barbican Theatre di LondraL’attore bresciano Fausto Cabra applaudito in Inghilterra e sempre più sotto i riflettori

Milena Moneta Standing ovation al Barbican Theatre per il bresciano Fausto Cabra e la giovane compagnia che con lui ha portato a Londra, applaudita da critica e pubblico, «La tragedia del vendicatore», dello scrittore barocco Thomas Middleton, rappresentata per la prima volta nel 1607. Lo spettacolo è diretto dal britannico Declan Donnellan, uno dei più grandi registi europei, Leone d’Oro alla carriera nel 2016 e per la prima volta alle prese con una produzione italiana nell’allestimento del Piccolo Teatro e nella versione di Stefano Massini. Anche Cate Blanchett, il 7 marzo, giorno dell’ultima replica, si è congratulata con tutto il cast. «IL PUBBLICO ci ha molto gratificato e la tappa londinese è andata benissimo. Ci hanno trattati veramente da Dio, pur essendo italiani che portavano in scena il loro amato Middleton. Pensa se degli inglesi avessero fatto Goldoni al Piccolo... - racconta Cabra - Eravamo l’ultimo spettacolo italiano ancora in scena. L’ultimo giorno è stata un’altalena di emozioni: l’ovazione del pubblico, poi la Blanchett che ci raggiunge nei camerini per congratularsi di persona, infine l’amministratrice di compagnia che ci gela dicendoci che la data spagnola è stata cancellata». L’11 marzo lo spettacolo sarebbe dovuto andare in scena a Madrid, ma la rappresentazione è stata sospesa perché gli attori sono italiani; in forse le date programmate in Francia e a Parigi. Nel frattempo Cabra ha comunque di che sorridere: «Essere protagonista a Londra in uno dei teatri più importanti al mondo è il coronamento di un sogno; mai ci avrei sperato quando con Lino Trentini, Silvia Mazzini e altri ragazzi di Ghedi giocavamo a fare gli attori in oratorio. Ora bisognerà inventarsi qualcosa di nuovo, tornare ad alimentare altri sogni, o meglio trovare soddisfazione non nei traguardi da raggiungere, ma nel semplice fare quotidiano del mio mestiere». Nella speranza che non saltino le repliche milanesi al Franco Parenti de «La Storia» di Elsa Morante, che ha diretto per il Ctb, e l’allestimento dell’Ecuba nel quale recita sempre per il Ctb in programma a fine aprile, il progetto, con il sostegno di Brescia Musei, è di curare «tre regie a luglio per il ritorno della Vittoria Alata; approfitterò del fermo forzato per concentrarmi con Marco Archetti e Silvia Quarantini sulla scrittura di tre grandi spettacoli e con Rossella Zucchi sulle scenografie negli spazi di Brescia Musei». «La tragedia del vendicatore», allestimento della fine del 2018, è stata ripresa dato lo straordinario successo ottenuto. Racconta di intrighi e corruzione, lussuria, narcisismo, brama di potere, loschi affari, vendette e morti che si intrecciano in una corte del Seicento spaventosamente contemporanea. «Auguro a tutti di usare questo tempo per essere pronti a correre ancora più veloci quando la pausa finirà - conclude Cabra - Quando mai ci ricapiterà di averne così tanto? Usiamolo per riprogettarci, ri-sognarci, ri-plasmare le nostre forme. Mio padre e tanti amici con lui mi hanno dimostrato che ogni male può essere trasformato in un’occasione, e in fondo sta soprattutto in questo l’arte del vivere». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Dopo gli attentati dei terroristi islamici a Parigi, quali misure andrebbero adottate dall'Italia?
ok