23 novembre 2020

Spettacoli

Chiudi

21.10.2020 Tags: Musica

Carevan, leggere tinte pastello e fresche atmosfere morbide

Carevan: i fratelli Federico e Lorenzo Tinti con Omar Marnissi
Carevan: i fratelli Federico e Lorenzo Tinti con Omar Marnissi

Nuove sonorità, nuova immagine pubblica, la stessa attitudine di sempre. Tra cartoline di teen-spirit, corse selvagge in skate, baci abbracci e tramonti a fine estate: dismessi gli sdruciti panni «altenative/punk/ the f**k we want!» indossati con Hey Amber, i fratelli Federico e Lorenzo Tinti (rispettivamente chitarra /voce e batteria, prima ancora nell’onda con i Rivelardes) hanno trovato la loro dimensione inedita e futuribile nel progetto Carevan, completato da Omar Marnissi, a incalzare col basso. La prima manifestazione è già in circolo su YouTube e s’intitola «Weekend»: registrata nello studio degli stessi fratelli Tinti e quindi mixata a Montichiari da Riccardo Frigoni, la traccia rispetto a certi furori del passato galleggia su atmosfere morbide e melodie potenzialmente radiofoniche, in linea con l’immaginario sonico ed estetico definito negli ultimi anni dagli innumerevoli cantautori e band che si sono via via affrancati dal circuito un tempo definito «indie», trasformandolo nel nuovo mondo pop pronto a esplodere in grande tendenza. Complice anche il caro e vecchio, amato e odiato «hype», perennemente amplificato tra social e derivati. Se Hey Amber già evocavano sensazioni nostalgiche, malinconiche quasi, Carevan s’inseriscono in continuità con quella narrativa, accentuandone i toni: dal video diretto da Nicolò Plebani alla scelta di abbandonare l’inglese e cantare in italiano. Risultato: tutto molto fresco, a tinte pastello, leggero, etereo e adolescenziale, con margini di potenziamento. Attesi a breve, visto che l’avventura del gruppo è all’inizio e destinata a stagliare riff intrepidi e spericolati in un orizzonte neanche troppo distante. Elia Zupelli spettacoli.cultura@bresciaoggi.it

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Dopo gli attentati dei terroristi islamici a Parigi, quali misure andrebbero adottate dall'Italia?
ok