23 aprile 2019

Spettacoli

Chiudi

16.04.2019

Charlie Chaplin, un mito senza tempo

Charlie Chaplin
Charlie Chaplin

Per celebrare il 130esimo anniversario della nascita di Charlie Chaplin, i discendenti del grande cineasta (che, nell’ambito della sua lunga carriera, premiata con tre Oscar, è stato, attore, comico, regista, sceneggiatore, compositore e produttore) e la Cineteca di Bologna hanno inaugurato un nuovo sito (www.charliechaplinarchive.org) contenente l’intero catalogo del Progetto Chaplin. Ora studiosi e appassionati di ogni parte del mondo potranno consultare online un monumentale archivio digitalizzato composto da oltre 150mila documenti tra foto, manifesti, manoscritti, sceneggiature, appunti, lettere, telegrammi e contratti. Ma l’omaggio bolognese non si ferma qui perché, in occasione del Festival «Il Cinema Ritrovato», la Cineteca ha annunciato un cine-concerto in piazza Maggiore con la proiezione della nuova copia restaurata de «Il circo» (1928), accompagnata dall’Orchestra del Comunale di Bologna diretta da Timothy Brock. Nato a Londra il 16 aprile 1889 e spentosi a Corsier-sur-Vevey il 25 dicembre 1977, Sir Charles Spencer Chaplin (per tutti Charlie) è stato una delle personalità chiave nella genesi della settima arte e, come dichiarò Laurence Olivier, il più grande attore comico di sempre. Dopo un’infanzia poverissima, si fece le ossa come interprete nel varietà e, grazie a una tournée americana, si fece notare dal re della commedia Mack Sennettl. Nel 1919 Chaplin fondò la United Artists Corporation e da allora supervisionò ogni dettaglio dei propri film, sfornando capolavori come «Il monello» (1921), «La febbre dell’oro» (1925), «Luci della città» (1931), «Tempi moderni» (1936), «Il grande dittatore» (1940), «Monsieur Verdoux» (1947) e «Luci della ribalta» (1952). Meno fortuna ebbero le due pellicole europee: «Un re a New York» (1957) e «La contessa di Hong Kong» (1967, unico film da lui girato a colori) con Marlon Brando e Sophia Loren. •

A.B.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Dopo gli attentati dei terroristi islamici a Parigi, quali misure andrebbero adottate dall'Italia?
ok