23 agosto 2019

Spettacoli

Chiudi

13.07.2019

C’è James Bond tra i Sassi A Matera lo 007 con Craig

Sarà a girato a Matera l’ultimo episodio della saga di James Bond
Sarà a girato a Matera l’ultimo episodio della saga di James Bond

MATERA Ambienti ipogei di calcarenite, che hanno imprigionato fossili della notte dei tempi, vicinati e scalinate che degradano sulla strada panoramica dei rioni Sassi, sistemi di raccolta delle acque che scorrono sotto le abitazioni tufacee fino a raggiungere le suggestive gole del torrente Gravina e da qui il Parco rupestre, tra jazzi, masserie, cisterne, cave di pietra e tufo, dove l’uomo ha segnato il passaggio di varie civiltà: è questo lo scenario che accoglierà a Matera le riprese del 25esimo episodio della saga di James Bond, interpretato da Daniel Craig. Nella Città dei Sassi le riprese cominceranno dalla seconda metà di agosto e per cinque settimane andranno avanti in una città che ha visto aumentare i ritmi di vita con il boom turistico alimentato dalla designazione a Capitale europea della cultura 2019. E proprio i nuovi ritmi nella città senza tempo - che è stata location ideale per kolossal a tema biblico come il «Vangelo Secondo Matteo» di Pier Paolo Pasolini e «The Passion» di Mel Gibson - caratterizzeranno le riprese del film sull’agente 007 che, da sempre, è una miscela avvincente di avventura, rischio, intrighi internazionali, mistero, sesso, bellezza, velocità, inseguimenti mozzafiato e colpi di scena che tengono in tensione gli spettatori fino all’ultimo. Le riprese, affidate al regista Cary Fukunaga, coinvolgeranno circa 400 persone della organizzazione e richiederanno l’impiego di 800 comparse, le cui selezioni cominceranno nei prossimi giorni. Sono 12 i milioni di euro di investimento sulla città lucana e cento le strutture ricettive interessate. La macchina organizzativa sta lavorando già dalla scorsa primavera alle location tra i Sassi e il Parco rupestre, patrimonio dell’Unesco dal 1993, e alla messa a punto delle ordinanze che dovranno consentire lo svolgimento delle riprese, «nel rispetto dei luoghi», è stato sottolineato in una conferenza stampa che si è tenuta in Municipio. E ai giornalisti Robert Melville, uno dei manager della produzione per le scene girate in Italia, ha spiegato che «è stata scelta Matera perchè è Matera: la sceneggiatura prevedeva che bisognasse girare in Italia e abbiamo scelto Matera perchè è una città unica. Se ne conoscete altre così, non ditemelo» ha ironizzato. Sono previsti “ciak” anche a Gravina in Puglia (Bari) e lungo la costa tirrenica lucana di Maratea (Potenza). •

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Dopo gli attentati dei terroristi islamici a Parigi, quali misure andrebbero adottate dall'Italia?
ok