07 giugno 2020

Spettacoli

Chiudi

27.02.2020

Per la prima volta un personaggio gay nel cartoon Disney

La locandina di «Onward»
La locandina di «Onward»

NEW YORK Per la prima volta un personaggio gay entra nell’universo animato della Disney: nel nuovo cartone «Onward», prodotto da Disney-Pixar e ambientato in un mondo suburbano di fantasia, appare brevemente una poliziotta da un occhio solo, «Officer Specter», che, parlando con altri personaggi, fa sapere di avere una compagna. Non è specificato se Specter sia lesbica o bisex, ma la sua presenza nel cartone animato, che uscirà nelle sale Usa il 6 marzo, è una prima scelta di campo: «Abbiamo voluto aprire di un pizzico il nostro mondo e farlo più rappresentativo della società intorno a noi», ha detto il produttore Kori Rae a Yahoo Entertainment, auspicando, dopo la prima uscita, la realizzazione di uno spin off. Non è la prima volta che un personaggio lgbtq entra nell’universo cinematografico della Disney - c’è stato un «momento esclusivamente gay» nella versione ’livè di «Bella e la Bestia» e l’anno scorso un bacio gay tra due personaggi di minori di «The Rise of Skywalker» - ma è la prima volta che un gay fa la sua comparsa in uno dei suoi cartoni. A dare la voce a Specter è l’attrice apertamente lesbica Lena Waithe della serie Netflix «Master of None». Negli ultimi anni, d’altra parte, la Disney ha fatto sforzi per rivisitare i suoi grandi successi all’insegna dell’inclusività: ha cambiato ad esempio il cast del «Re Leone» portando a bordo le voci di attori di colore e di «Mulan» con veri asiatici, mentre ha chiamato donne nere a dirigere film della scuderia Marvel. Era stata, però, più lenta a cambiare il proprio approccio sull’orientamento sessuale. L’outing della Disney, salutato da proteste della destra religiosa secondo cui «i nostri figli non dovrebbero essere soggetti a cartoni animati di indottrinamento gay», dura comunque lo spazio di una battuta. •

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Dopo gli attentati dei terroristi islamici a Parigi, quali misure andrebbero adottate dall'Italia?
ok