23 novembre 2020

Spettacoli

Chiudi

22.10.2020 Tags: Musica

Classico Springsteen Una lettera al mondo

Esce domani, ma a guardare in rete sembra che l’abbia già ascoltato mezzo mondo. Succede quando di mezzo c’è una delle ultime, vere rockstar. Un profeta che scatena deliri a ogni mossa, in fondo nient’altro che testimonianze di profonda devozione verso un personaggio da sempre fedele a se stesso. Anche e soprattutto in occasione di questa lettera spedita al mondo pandemico, registrata di getto in cinque giorni insieme alla E Street Band, tornata a radunarsi intorno al capitano per il suo album più springsteeniano da almeno vent’anni. Chi ancora freme d’emozione per le toccanti atmosfere di «Western Stars» sappia che qui si cambia registro, perché fra questi solchi Bruce torna a indossare i panni dello Springsteen più classico, prevedibile e amato, al punto da resuscitare ben tre composizioni anni ‘70 finora inedite. Non mancano le amarezze, i rimpianti, gli inevitabili ricordi dolorosi, i fantasmi di un passato ormai lontano: ma questa «Lettera» non è un testamento. (Sony)

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Dopo gli attentati dei terroristi islamici a Parigi, quali misure andrebbero adottate dall'Italia?
ok