mediaUrl = "https://www.bresciaoggi.it/gfx/";
04 dicembre 2020

Spettacoli

Chiudi

11.02.2020 Tags: Cinema

«Due amici», il senso della vita

Presentato al Nuovo Eden agli inizi di ottobre dello scorso anno, «Due amici» di Louis Garrel torna ora in sala: sarà proiettato questa sera al cinema Sociale per i Martedì del Nuovo Mascherino. È un autentico bijou e bisogna dunque cogliere al volo la possibilità di vederlo sul grande schermo. Le storie sono sempre le stesse, ma poco importa: l’amicizia, l’amore la vita e il suo senso cambiano se sono imbastiti con leggerezza e esprit de finesse da un autentico figlio del cinema come Louis Garrel, figlio di Philippe e nipote di Maurice e – ciliegina sulla torta – figlioccio e ammiratore di Jean-Pierre Léaud, l’alter ego cinematografico di Truffaut. Il tocco di classe di Garrel traspare dalla facilità e felicità con la quale suona una musica nuova, libera e sottile, nella messa in scena dei sentimenti. I SENTIMENTI sono fluidi, insofferenti di ogni schema e definizione, come l’amicizia che lega Clément a Abel. Clément, comparsa cinematografica – siamo a Parigi, nei dintorni della Gare du Nord – è innamorato di Mona, cameriera in un bar della stazione, e quando lei lo invita a lasciarla in pace Clément, sconsolato e depresso, telefona a Abel, il quale, pur essendo «preso» da un incontro con due ragazze in una camera d’albergo, trova il tempo per rispondere all’amico e consolarlo. Il film Inizia così, con un’amicizia virile fuori dagli schemi e declinata con modalità mutuate da sensibilità quasi femminili. È subito chiaro che il film ruoterà attorno a questo rapporto a tre, fatto vivere con meravigliosa spontaneità da tre interpreti eccezionali: Louis Garrel (Abel), Vincent Macaigne (Clément) e Golshifteh Farahani (Mona). Proiezioni: 18 e 21; ingresso 5 euro. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

F.B.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Dopo gli attentati dei terroristi islamici a Parigi, quali misure andrebbero adottate dall'Italia?
ok