20 novembre 2019

Spettacoli

Chiudi

07.06.2019

«Facciamoci un corto», la Carducci vince «Offline»

La premiazione, avvenuta ieri mattina a Palazzo Loggia
La premiazione, avvenuta ieri mattina a Palazzo Loggia

«Sarcastico, provocatorio, irritante, ma anche malinconicamente romantico»: «Offline», messo in scena dai ragazzi della scuola secondaria «Giosuè Carducci» (diretti da Biagio Vinella), è stato premiato come migliore spettacolo tra quelli elaborati dai gruppi partecipanti a «Facciamoci un corto» (appartenenti a Canossa Campus, Liceo Gambara, IIS Fortuny, oltre alla già citata Carducci), primo concorso per corti teatrali organizzato dall’assessorato per le Politiche giovanili e le pari opportunità. Ambientato in un futuro prossimo in cui «i giovani studenti, dopo che un guasto li ha messi offline, sono costretti a interagire personalmente, superando la realtà virtuale…», lo spettacolo «porta in scena una spietata analisi di certe divagazioni del progresso che hanno portato e stanno tuttora portando intere generazioni di ragazzi a privilegiare la superficialità della comunicazione virtuale a scapito dei più autentici rapporti personali. Lasciando nello spettatore uno scomodo interrogativo: quanto di tutto ciò è voluto e indotto dal sistema?». Nota al merito ribadita anche alla premiazione in Loggia da Patrizio Pacioni, direttore artistico del concorso e presidente della giuria composta da Franca Ferrari, responsabile scuole e formazione del Ctb, dall’attrice e scrittrice Annabruna Gigliotti, dall’attore Pino Oriolo e dalla scrittrice Rita Piccitto, intervenuti assieme all’assessore Roberta Morelli. IL PREMIO per la migliore interpretazione maschile è andato invece a Ibrahima Coly, dell’Iis Fortuny, «per l’eccezionale naturalezza e la coinvolgente autoironia» con cui ha vestito i panni del goffo Sancho Panza nella riattualizzazione del «Don Chisciotte», mentre il riconoscimento alla migliore interpretazione femminile è andata a Paola Bazzana, Margherita Bianchi, Martina Frassina e Beatrice Breda, «coreute» in «Antigone» (Liceo Gambara) che si sono distinte «per la capacità d’interazione e per la grande sagacia con cui hanno colto lo spirito della contaminazione tra antico e moderno impressa alla pièce dalla regìa». Sempre ai ragazzi dell’IIs Fortuny per il «don Chisciotte» la menzione d’onore speciale per i costumi e la scenografia, «multicolori, fantasiosi, evocativi e di forte impatto emotivo». •

E.ZUP.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Dopo gli attentati dei terroristi islamici a Parigi, quali misure andrebbero adottate dall'Italia?
ok