20 aprile 2019

Spettacoli

Chiudi

24.03.2019

Fedez porta Montichiari nel suo Ferragnez World

Chiara Ferragni fra gli spettatori del PalaGeorge ieri seraFedez a suo agio sul palco nel suo concerto monteclarense: un successo SERVIZIO AGENZIA FOTOLIVE/Filippo VeneziaStriscioni e tanto affetto nell’accoglienza del pubblico bresciano
Chiara Ferragni fra gli spettatori del PalaGeorge ieri seraFedez a suo agio sul palco nel suo concerto monteclarense: un successo SERVIZIO AGENZIA FOTOLIVE/Filippo VeneziaStriscioni e tanto affetto nell’accoglienza del pubblico bresciano

Quante cose hai da dimostrare su un palco quando tutto il tuo mondo sembra girare intorno ai social? Perché il «Ferragnez world» è ormai diventato una costante dell’universo virtuale, una cuccagna per l’industria del gossip, dalla richiesta di matrimonio live al vomitino di Leo sulla torta di compleanno. E la musica? È tutta qui, in un Palageorge di Montichiari riempito ma non troppo dal popolo danzante di Fedez, bambini, giovanissimi e non più tali, genitori, tutti in fila con il loro bravo biglietto di sola andata, volo «Paranoia Airlines», per vedere di nascosto (ma nemmeno poi tanto) l’effetto che fa un live di Fedez dopo l’invasione mediatica degli ultimi mesi. Una telenovela passata negli ultimi giorni anche per Brescia, zona via Veneto: a lezione di tiramisù dal maestro Iginio Massari, incontro debitamente documentato online, rilanciato dall’universo. Verrebbe da dire che le abbiamo viste tutte, ma è inutile farsi illusioni: altri deliri verranno, tutti quanti commenteranno, altri condivideranno, e così sia. La love story prosegue nel nuovo show, con Fedez che torna a fare il suo mestiere sotto gli occhi attenti ed innamorati di mrs Ferragni presente tra il pubblico. Per lui magari qualche problema di credibilità in più fra le frange rap dure e pure, ma livello di popolarità ancora ai massimi livelli. Qui si è inventato un fumettone ipertecnologico, tutto effetti e cotillons, sbarazzandosi della band per giocarsi la carta di un one man show con basi registrate. «Montichiari, questa sera voglio stupirti», ha esordito. L’avveniristica scenografia di megaschermi ha regalato alcune inquadrature spettacolari ad una serata virata presto verso una carrellata di hit. «UNO SPETTACOLO un po’ particolare, diverso dal solito: è stato complesso metterlo insieme», ha detto Fedez, che ha presto lasciato spazio alla modalità juke box, ritornello dopo ritornello, con la scaletta spalancata al pop del passato: «L’amore eternit» e «Magnifico», «Italiana» e «Alfonso Signorini» fino al suo inno «Generazione Boh». Delirio incontrollabile quando Fedez si è rimaterializzato su un piccolo stage in platea per poi finire a torso nudo: foto ricordo e tutti a casa prima delle 23 sulle note di «Vorrei ma non posto» in una pioggia di stelle filanti. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Claudio Andrizzi
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Dopo gli attentati dei terroristi islamici a Parigi, quali misure andrebbero adottate dall'Italia?
ok