27 maggio 2019

Spettacoli

Chiudi

22.03.2019

Italia’s Got Talent, Brescia sogna con un poker d’assi

Stasera si conclude la nona edizione di Italia’s Got Talent. Con speranze anche made in Brescia
Stasera si conclude la nona edizione di Italia’s Got Talent. Con speranze anche made in Brescia

La carica dei 74 della Gipsy Musical Academy vola all’assalto di Italia’s Got Talent con la benedizione catodica di Claudio Bisio. E in lizza per un posto al sole, nella selezione di talenti in erba «arruolati» nell’accademia torinese «leader nella formazione per il musical e lo spettacolo ad impronta americana», ci sono pure quattro giovani talenti bresciani: Andrea Semestrali (originario di Nave), Chiara Moreschi (originaria invece di Bovezzo), Francesca Aliquò e Federica Militello, di casa rispettivamente a Buffalora e Montichiari. Appuntamento stasera alle 21.15 in diretta su Tv8, anche in streaming dal sito italiasgottalent.it, dove con un clic si possono scoprire le diverse modalità per televotare il vincitore di questa nona edizione. L’ipotesi più allettante è che stavolta possano essere addirittura 74: quanti sono appunto i ragazzi che rappresentano la Gipsy Musical Academy – «Siamo felicissimi! Non ce lo aspettavamo, ci sembra un sogno…» - per cui Bisio in semifinale aveva premuto d’istinto il «Golden Buzzer» (pulsante d'oro), l’opzione che permette ai giudici di spedire direttamente alla fase successiva il concorrente, evitandogli i giudizi dei colleghi. In questo caso Mara Maionchi, Frank Matano e Federica Pellegrini, pronti loro malgrado a cedere lo scettro di «giudice supremo» al pubblico da casa. IN TOTALE i finalisti sono 15: tra i papabili, oltre ai già citati local heroes, il mago Andrea Paris, Gianluca Falletta con le sue affascinanti proiezioni, il cantante e pianista Lorenzo Tronconi, il Coro Divertimento Vocale, il ballerino freestyle Samuel Olatidoye, la giovanissima crew dei Mini Raptor, la comica diciannovenne Aurora Leone, il sassofonista Ernesto Dolvi, il mimo Silent Rocco e il poeta Simone Savogin, giusto per citarne alcuni. Senza dimenticare Nicola Virdis, comico surreale «opzionato» invece dalla conduttrice Lodovica Comello, fino a questo momento nel backstage ma stasera in prima linea sul palco insieme agli artisti per traghettare lo show (ospite: Gigi Proietti). Intanto, Claudio Bisio torna a fare politica per amore. A sei anni dalla fortunata uscita di «Benvenuto Presidente» torna nei panni di Peppino Garibaldi nella commedia «Bentornato Presidente», diretta da Giancarlo Fontana e Giuseppe Stasi, nelle sale da giovedì 28 in 500 . «Volevamo fare una parodia delle tante cose che non funzionano in Europa... Purtroppo nessuno sa come funzionano le istituzioni europee, e non si può ridere su ciò che nessuno conosce. Ogni volta che volevamo scherzare su una cosa, dovevamo prima noiosamente spiegare come funziona quella cosa nella realtà. L’effetto comico sarebbe stato ridotto. Abbiamo dovuto rinunciare». •

Elia Zupelli
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Dopo gli attentati dei terroristi islamici a Parigi, quali misure andrebbero adottate dall'Italia?
ok