20 settembre 2020

Spettacoli

Chiudi

21.01.2020

La «Sinfonia dei Mille» ambizione di Mahler

L’Ottava Sinfonia di Gustav Mahler è nota anche come «Sinfonia dei Mille» per l’imponenza delle masse richieste dall’autore e il direttore canadese Yannick Nézet-Séguin alla guida della Philadelphia Orchestra l’ha scelta anche per festeggiare in musica la Philadelphia Orchestra fondata appunto nel 1919 da Leopold Stokowski. Una Sinfonia spettacolare col suo esordio grandioso dell’Allegro impetuoso che si basa sull’Inno «Veni Creator Spiritus», ma è la seconda parte della Sinfonia la più sconvolgente e geniale di questa Sinfonia, con la scena finale del Faust di Goethe e quindi con i solisti di canto che devono affrontare un vero testo teatrale. Così la schiera dei solisti di canto è a sua volta davvero imponente, da Angela Meade a Erin Wall, da Lisette Oropesa a Elizabeth Bishop, solo per citare le voci femminili; e naturalmente le parti corali, col Westminster Symphonic Choir e il Coro di voci bianche di Washington. Il risultato è indimenticabile. Interpreti: Yannick Nézet-Séguin Cd DG 4837871

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Dopo gli attentati dei terroristi islamici a Parigi, quali misure andrebbero adottate dall'Italia?
ok