29 marzo 2020

Spettacoli

Chiudi

20.02.2020

«Mina per neofiti»
Una festa sul lago
Ospite: Malgioglio

Un primo piano in gioventù di Mina Anna Maria Mazzini, in arte Mina: oltre sessant’anni di carrieraCristiano Malgioglio tra i fan: il 20 marzo sarà in terra gardesana
Un primo piano in gioventù di Mina Anna Maria Mazzini, in arte Mina: oltre sessant’anni di carrieraCristiano Malgioglio tra i fan: il 20 marzo sarà in terra gardesana

La sua voce riecheggia ancora negli spot televisivi della celebre cedrata, e nei decennali caroselli (i primi sono degli anni '70) su YouTube o in qualche trasmissione memorabilia: dunque non poteva che essere il lago di Garda la patria ideale per celebrare i suoi favolosi 80 anni, con la «prima» nazionale del nuovo libro di Aldo Dalla Vecchia, «Mina per neofiti: la vita, la voce, l'arte di una fuoriclasse» con special guest d'eccezione come l'inossidabile Cristiano Malgioglio. Venerdì 20 marzo, a pochi giorni dal compleanno di Mina (classe 1940: tra poche settimane saranno 80), la cantante italiana più celebre del pianeta sarà celebrata tra Salò e San Felice, tra il lungolago e lo stabilimento della Tassoni, dai limoni (e cedri) salodiani fino alle sale di Palazzo Cominelli a Cisano. Piatto ricco: nel pomeriggio sono in programma due visite guidate a cura di Cinzia Pasini (posti limitati: prenotazione obbligatoria al 3403503863), alle 15.30 e alle 16 per ripercorrere la «Via degli agrumi» di Salò che pure aveva stregato Mina, il Duomo e la Sala dei limoni in municipio, lo storico bar Tassoni di San Carlo e poi lo stabilimento vero e proprio. Al termine della visita, anteprima con l'autore Dalla Vecchia, Malgioglio e Massimo Scaglioni: tutti di nuovo in pista dalle 20.30 a Palazzo Cominelli, per discutere con Roberta Ghirardi di testi, parole e canzoni, della splendida voce di Mina. «L'idea di Mina per neofiti mi è venuta all'improvviso – scrive Dalla Vecchia – mentre come sempre stavo ascoltando le sue canzoni: mi sono trovato a pensare Perché non dedicare a Mina un piccolo libro? Da qui l'idea di comporre una sorta di bigino di Mina: il racconto della sua vita, della sua voce, della sua arte, arricchito da preziose testimonianze (da Oriana Fallaci a Indro Montanelli) e con la storia d'Italia sullo sfondo, perché per me e per milioni di altre persone la voce di Mina è la colonna sonora del Paese». TUTTO ALLORA (ri)parte da qui, dalla stessa passione che ha travolto anche il Festival Giallo Garda e il FilmFestival del Garda, tra gli organizzatori: sarà il FilmFestival a proiettare video e filmati a Palazzo Cisano, e il Giallo Garda invece a tessere la trama di una giornata perfetta. Con una curiosità: al termine il brindisi sarà a base di «Polibibita Giostra d'alcol», cocktail futurista degli anni '30 fatto con ingredienti autarchici e preparato dai volontari dell'Alter Bar. A base di Rosso del Pioppo gardesano per tre quinti, Campari per un quinto, cedrata Tassoni per l'ultimo quinto: l'idea è nata da una conversazione tra Laura Marsadri, Giallo Garda, e Margherita Oggero, che nel suo libro «Un colpo all'altezza del cuore», da cui è stata tratta la serie tv «Provaci ancora prof», a pagina 235 raccontava proprio della Polibibita. Cin cin allora, ma senza esagerare. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Alessandro Gatta
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Dopo gli attentati dei terroristi islamici a Parigi, quali misure andrebbero adottate dall'Italia?
ok