17 agosto 2019

Spettacoli

Chiudi

17.07.2019

A Villa Brunati c’è «una strana Masterclass»

È una delle iniziative più singolari del Garda Lake Music Academy Master, in pieno svolgimento con la direzione artistica di Luca Ranieri: la giornata odierna propone infatti «Una strana Masterclass» di viola con Danilo Rossi a Villa Brunati a Desenzano del Garda. Una full immersion nel mondo di questo straordinario strumento musicale del quale Rossi è uno dei musicisti più noti a livello mondiale; la caratteristica più originale dell’iniziativa è che questa è rivolta non solo agli specialisti della viola, ma anche a un pubblico che può essere come si dice «a digiuno» di studi musicali: che potrà seguire il percorso che anima il libro di Danilo Rossi «24 giorni di studio» nel quale ogni capitolo propone un dialogo tra chi insegna e chi impara, in modo informale. Gli strumentisti di varie età e di diverso livello saranno così coinvolti in un approccio più aperto del consueto per capire come e cosa studiare, compilando una sorta di diario in cui si possa ritrovare ogni giorno lo stimolo per trovare entusiasmo e soddisfazione nello studio, tenendo la viola «al centro della musica». Il costo è fissato a 50 euro, più 15 per la registrazione, la partecipazione è gratuita per gli allievi partecipanti al Master; alle 18 concerto finale del maestro e dei suoi allievi. Sempre sul lago di Garda, alle 21 sulla Terrazza dell’Hotel Villa Florida a Gardone Riviera, il concerto del Trio Andes – con Pedro Robert al pianoforte, Tommaso Santini al violino e Davide Dattoli al violoncello - nell’ambito del Festival internazionale di musica da camera; concerto riservato ai soci dell’Associazione Limes, ma se rimarranno posti disponibili sarà aperto anche ai non-soci prenotando al 338 3246226. In programma il Trio con pianoforte op. 1 n. 1 di Beethoven e un celebre brano di Dvoràk, il Trio op. 90 «Dumky» in sei movimenti. Infine un appuntamento musicale a Brescia, alle 21 nel Salone Monumentale del Refettorio del Museo Diocesano per il Talent Music Summer Festival. Elisa Cazzaro propone la Sonata n. 21 in do maggiore op. 53 «Waldstein» di Beethoven, Luca Cometto alcuni Préludes del Secondo Libro di Debussy, una Sonata di Scarlatti, gli Études d'exécution transcendante S139 e la Ballata n. 2 in si minore S 171di Liszt. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Luigi Fertonani
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Dopo gli attentati dei terroristi islamici a Parigi, quali misure andrebbero adottate dall'Italia?
ok