22 ottobre 2020

Spettacoli

Chiudi

04.04.2019 Tags: Musica

Cage-Ligeti complessi e immediati

Cristina Zavalloni e Tetraktis Percussioni al Grande UMBERTO FAVRETTO
Cristina Zavalloni e Tetraktis Percussioni al Grande UMBERTO FAVRETTO

«Questo non è un concerto, è un trasloco». A dirlo l’altra sera, nella sala del Teatro Grande, era Leonardo Ramadori dell’Ensemble Tetraktis Percussioni all’inizio di «Canzoni sopra i tamburi» con la voce di Cristina Zavalloni: impossibile non rimanere colpiti dalla selva di strumenti a percussione che affollavano il palco; più d’uno spettatore si sarà chiesto: «Ma 4 strumentisti potranno usare una simile mole di strumenti?». Arcano presto svelato, a partire dalle «Cinque canzoni napoletane» di Hans Werner Henze trascritte da Gianluca Savieri: Zavalloni le ha interpretate con teatrale e meridionale vivacità, da «Aggio saputo ca la morte vene» a «L’acqua de li ffuntanelle» e «Arbero piccerillo, te chiantaie». I percussionisti si muovevano con rapidità e perfetta efficienza fra gli strumenti, da quelli a suono determinato ai più inconsueti, passando dall’uno all’altro con fulminea rapidità. Cosa importantissima, il pubblico non è stato «lasciato solo» alle prese con un programma difficile: così, dopo le parole di Leonardo Ramadori, anche Cristina Zavalloni ha preso la parola per dare più d’una dritta alla sala avida d’ascolto. E l’ha fatto con una capacità comunicativa non solo efficace, ma carica d’una simpatia che ha conquistato il pubblico. Apprezzatissimi brani come «Third Construction» del 1941 di John Cage e la sua Aria «Wonderful widow of eighteen springs». Il clou, «Sippa, Dobbal. Nadigheduvel» di György Ligeti, è risultato perfettamente comprensibile… nei suoi nonsense in ungherese. Gli straordinari e simpaticissimi musicisti (gli altri: Laura Mancini e Gianni Maestrucci) sono rientrati in scena in un «trenino» per un travolgente bis e un secondo basato sul battito di mani: strepitoso successo. •

L.FER.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Dopo gli attentati dei terroristi islamici a Parigi, quali misure andrebbero adottate dall'Italia?
ok