19 ottobre 2019

Spettacoli

Chiudi

16.07.2019

Da Stravinskij a Mozart e Haydn la magìa della classica si fa in tre

Il Bazzini Consort è atteso questa sera nel chiostro di San CristoIn San Barnaba l’esibizione dei ragazzi del Taipei Youth Ensemble
Il Bazzini Consort è atteso questa sera nel chiostro di San CristoIn San Barnaba l’esibizione dei ragazzi del Taipei Youth Ensemble

C’è la musica del novecento al centro del concerto del Bazzini Consort diretto da Aram Khacheh, in San Cristo, questa sera alle 21. Il programma comprende infatti la Suite dal Pulcinella di Igor Stravinskij, otto brani in cui il geniale compositore russo si rivolge alla musica antica italiana, e più precisamente a quella di Pergolesi. Su questa si basa appunto il balletto Pulcinella, dal quale lo stesso Stravinskij trasse la Suite in programma stasera. In programma anche la Sinfonia n. 36 K 425 di Wolfgang Amadeus Mozart, che deve il suo appellativo, «Linz», alla città che ospitò la prima esecuzione: nell’Hoftheater, nel 1783. La serata musicale in San Cristo è a ingresso libero. Anche il Conservatorio ospita un concerto, questa sera alle 21 in San Barnaba, a conclusione della masterclass tenuta da alcuni docenti del «Luca Marenzio» e destinata al Taipei Philharmonic Youth Ensemble, orchestra giovanile proveniente dalla capitale di Taiwan, composta da 24 giovani musicisti. Il concerto propone Aria «sulla quarta corda» dalla Suite no. 3 in re maggiore BWV 1068 di Johann Sebastian Bach, il Divertimento in fa maggiore K 138 di Mozart e il London Trio n. 1 in do maggiore Hob.IV:1 di Franz Joseph Haydn nell’arrangiamento per flauto, oboe e clarinetto. Si tornerà poi a Bach, con il Concerto Brandeburghese n. 3 in sol maggiore BWV 1048, quindi due movimenti della St. Paul’s Suite op. 29 n. 2 di Gustav Holst, l’Arrivo della Regina di Saba di Georg Friedrich Händel e infine una serie di brani del compositore contemporaneo Che-Yi Lee. Le parti soliste dei vari brani vedranno protagonisti, diretti da Paul Bo-Hung Liu e da Ben Chia-Fu Yu, Liu Yu-en al flauto, Lee Chia-Hsuan all’oboe, Li Yen-Shu alla tromba e Chen Yen-Ju ai timpani. LA MASTERCLASS per il complesso di Taipei ha riguardato lezioni di ensemble di archi tenute da Alberto Martini e Luca Morassutti, di fiati con Alberto Belli, che, insieme al violoncellista Fabio Guidolin, ha dato anche lezioni individuali di strumento; Pierangelo Pelucchi infine ha tenuto lezioni di orchestra. Infine alle 21, nel salone monumentale del refettorio del Museo Diocesano di Brescia, il settimo appuntamento con il Talent Music Summer Festival; suoneranno gli allievi dei corsi di perfezionamento di maestri famosi come Sandra Shapiro, Hie Yon Choi, Marina Scalafiotti e Helene Dautry. La serata inizierà con Bora Lee per l’Allegro della Sonata n. 14 in do minore K 457 di Mozart e il Prélude op. 11 n. 6 di Skrijabin. Naomi Yamaguchi interpreterà il Presto della Sonata n. 34 in mi minore, op. 42 Hob:XVI:34 di Haydn e lo Studio op. 10 n. 9 di Chopin; Angeline Sun proporrà l’Allegro assai della Sonata n. 23 in fa minore op. 57 Appassionata di Beethoven e lo Studio n. 10 di Liszt, del quale Marta Cirio interpreterà Gnomenreigen, l’immagine di quella «ridda degli gnomi» ripresa anche da Antonio Bazzini. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Luigi Fertonani
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Dopo gli attentati dei terroristi islamici a Parigi, quali misure andrebbero adottate dall'Italia?
ok