26 febbraio 2020

Spettacoli

Chiudi

24.01.2020

«Felici di cantare in trio la nostra musica libera»

Casale, Nava e Di Michele insieme sul palco: un trio inedito per la canzone d’autore italianaGrazia Di Michele (a destra), Mariella Nava e (sopra) Rossana CasaleIl tour delle tre cantautrici approda domani sera a Corte FrancaL’apparizione a «La vita in diretta» con Lorella Cuccarini
Casale, Nava e Di Michele insieme sul palco: un trio inedito per la canzone d’autore italianaGrazia Di Michele (a destra), Mariella Nava e (sopra) Rossana CasaleIl tour delle tre cantautrici approda domani sera a Corte FrancaL’apparizione a «La vita in diretta» con Lorella Cuccarini

Una volta c’erano i tre tenori. Adesso le tre cantautrici. «Quando ho iniziato, non esisteva nemmeno il termine declinato al femminile», ricorda Grazia Di Michele, che con Mariella Nava e Rossana Casale domani sera sarà in scena all’auditorium 1861 Unità d’Italia a Corte Franca per intrecciare «tre mondi musicali, tre storie artistiche differenti, tre anime affini» nel cartellone della rassegna promossa da Eventi Macramé e dedicata ai «Poeti in viaggio». Biglietti dai 20 ai 25 euro, gratis per under 16 e disabili (www.eventimacrame.it e info@eventimacrame.it, 3460902200). «TUTTE E TRE siamo fedeli alla linea di una musica d’autore lontana dai condizionamenti commerciali - ricorda Di Michele, oltre quarant’anni di carriera, 4 volte al Festival di Sanremo, 15 album all’attivo, celebrità anche televisiva grazie al suo ruolo di insegnante di canto in Amici -. Ci accomuna un percorso votato alla libertà di espressione da sempre. Già nel primo disco ho voluto parlare di violenza, aborto, del cliché del machismo, della condizione femminile. È stato bello incrociare le nostre esperienze, sperimentare insieme. Ci conosciamo da una vita, siamo amiche: trasformare questa sintonia in canzoni, mischiare i nostri repertori scambiandoci anche i pezzi ai quali teniamo di più su un palco, è assolutamente naturale». La musica di Nava, Casale e Di Michele ha incontrato, nel tempo, il talento di Renato Zero, Massimo Ranieri e Gianni Morandi, Mina e Ornella Vanoni. Adesso il trio contamina la tradizionale cantautorale italiana con le suggestioni della world music e con il fascino del jazz. A Corte Franca la loro band sarà composta da Andy Bartolucci alla batteria, Fabiano Lelli alla chitarra, Francesco Consaga al sax, Ermanno Dodaro al contrabbasso, Emiliano Begni al pianoforte. Ogni concerto del tour è aperto da giovani cantautrici. Stavolta tocca a Iza & Sara. «CI TENIAMO molto, l’abbiamo sempre fatto. È giusto dare spazio ai giovani che meritano». Oggi per le cantautrici è leggermente più facile trovare un palco, «e sono contenta di aver preparato il terreno a tante colleghe quando nel mondo c’erano Carole King e Joni Mitchell, ma in Italia nessuna che seguisse la loro strada. Adesso è diverso, in questi anni tanti talenti sono emersi. Uno su tutti, Carmen Consoli. Una personalità forte, brillante». Con Nava e Casale Grazia Di Michele sta scrivendo un brano. Un album a sei mani è nell’ordine delle cose. Tornare nel Bresciano, intanto, la rende felice. «Anche perché Brescia per me significa molto - spiega l’artista, che è anche musicoterapeuta -: nel reparto di Terapia intensiva neonatale dell’Ospedale Civile c’è la termoculla inventata da Alfredo Bigogno, architetto di Mompiano con cui ho collaborato per la realizzazione del baby sound». L’apparecchio, appoggiato all’incubatrice e collegato ad un microfono, trasferisce al suo interno la voce della mamma: «I suoni familiari che il neonato ha ascoltato prima di nascere». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Gian Paolo Laffranchi
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Dopo gli attentati dei terroristi islamici a Parigi, quali misure andrebbero adottate dall'Italia?
ok