24 giugno 2019

Spettacoli

Chiudi

25.05.2019

Festa dell’Opera tra cortili, metro e salotti d’Oriente

Il motto sul palazzo di Ubi Banca: «Il denaro non è un dio ma è un artefice ovvero uno strumento» REPORTERUmberto Angelini sovrintendente Annalisa Stroppa  mezzosoprano Il direttore Sergio NegrettiStefania Panighini regista MAGRINUn’immagine piena di incanto dalla Festa dell’Opera: cantante e arpista nel Circolo al Teatro con gli affreschi del Moretto REPORTER
Il motto sul palazzo di Ubi Banca: «Il denaro non è un dio ma è un artefice ovvero uno strumento» REPORTERUmberto Angelini sovrintendente Annalisa Stroppa mezzosoprano Il direttore Sergio NegrettiStefania Panighini regista MAGRINUn’immagine piena di incanto dalla Festa dell’Opera: cantante e arpista nel Circolo al Teatro con gli affreschi del Moretto REPORTER

«Nessun dorma»: nessun’altra aria del melodramma – diceva il sindaco Emilio Del Bono – sembra meglio attagliarsi alla Festa dell’Opera in programma quest’anno: grazie allo spostamento da settembre all’imminente 8 giugno, il concerto d’apertura alle 5.30 al Convento dei Padri Carmelitani Scalzi a San Pietro in Uliveto sarà lambito dalle luci dell’alba e anche la fase finale della «folle giornata» vedrà tardare la fase del tramonto. Ciò che rimane invece invariato in questa 8a edizione, come ha detto Umberto Angelini nella presentazione di ieri nel Ridotto del Teatro Grande, è non solo il numero delle proposte, con centinaia di artisti e oltre cinquanta luoghi della città «visitati», ma anche la loro varietà: e questo nell’intento di integrare la promozione culturale con la scoperta e la valorizzazione del patrimonio architettonico. LUOGHI interessanti quanto spesso sconosciuti come la sala conferenze di UBI Banca «Corrado Faissola» in piazza Monsignor Almici, il salotto cinese Rotary House in via Moretto o ancora Palazzo Fisogni in piazzetta Santa Maria in Calchera. E come sempre la Festa dell’Opera ha un tema, anzi tre: quello della Passione che occupa lo spazio fra largo Formentone e contrada del Carmine, quello di Re e Regine, dal Broletto al Grande e infine il tema del Potere che «occuperà» tutta la sera piazza del Foro. Naturalmente anche i «luoghi deputati per la musica» della Festa offrono un gran numero di proposte, dal Ridotto del Grande, dove si terrà in mattina una Turandot ovviamente «ridotta» con una replica nel primo pomeriggio, ma anche la Sala Grande dov’è in programma l’atteso Gran Gala serale con le voci di Cristina Giannelli e Francesco Castoro. E nessuno degli appassionati vorrà perdersi Annalisa Stroppa e Valeria Galli per il Gran Finale Al Tempio. Fra le novità di quest’anno, come ha detto il segretario artistico per la stagione d’opera Andrea Cigni, è che per alcuni dei lavori come la Turandot con la regia di Luca Baracchini e il Flauto Magico, realizzato in San Giorgio da Stefania Panighini, sono in programma piccoli allestimenti, per mostrare l’opera come spettacolo, non solo come genere musicale. L’appassionato dovrà munirsi della piccola preziosissima guida per districarsi nella ricca offerta delle proposte, per andare dal Teatro Mezzadri di contrada Santa Chiara ai giardini della Prefettura, dal Museo Diocesano al MO.CA dove i Pazzi per l’Opera racconteranno le figure del melodramma legate al tema del Potere. E ancora, il portico di piazza Loggia dove suoneranno sia la Banda Giovanile diretta da Marina Maccabiani sia l’Isidoro Capitano guidata da Sergio Negretti; o le stazioni della metropolitana che si animeranno d’improvvisazioni e il Patio Roof Garden di via del Castello, all’imbrunire. NON VERRANNO dimenticati luoghi particolari come la Domus Salutis e la mensa Menni, e addirittura centri commerciali come Elnòs Shopping, e locali come laVineria Dolcevite di piazza PaoloVI e via Gasparo da Salò, per il consueto appuntamento con Opera Jukebox. Numerosissime lo collaborazioni, con il Conservatorio, con il Bazzini Consort e con i compositori bresciani: l’intento è quello di intercettare, ad esempio con Visit Brescia, anche l’interesse dei turisti. Appuntamenti con la Festa dell’Opera come sempre a partecipazione gratuita. •

Luigi Fertonani
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Dopo gli attentati dei terroristi islamici a Parigi, quali misure andrebbero adottate dall'Italia?
ok