19 agosto 2019

Spettacoli

Chiudi

23.07.2019

Frontiera vista lago Iron & Wine ritrova i compagni Calexico

Joey Burns, Sam Beam e John Convertino:  il Vittoriale spalanca le porte al folk-rock americanoL’anfiteatro del Vittoriale è pronto per un altro evento speciale
Joey Burns, Sam Beam e John Convertino: il Vittoriale spalanca le porte al folk-rock americanoL’anfiteatro del Vittoriale è pronto per un altro evento speciale

Ultima settimana di appuntamenti per Tener-A-Mente: dopo alcuni giorni di meritato riposo, il festival d’estate del Vittoriale di Gardone Riviera riparte questa sera con un appuntamento «profondo roots» insieme a Calexico e Iron & Wine, double bill d’indubbio spessore per una serata a stelle e strisce in programma dalle 21.15 (biglietti da 40 euro a 25). Domani Ale & Franz, giovedì Xavier Rudd, venerdì gran finale con Glen Hansard: così la nona edizione della rassegna diretta da Viola Costa andrà in archivio. Ma prima dell’epilogo spazio a un’ultima raffica di suggestioni, a cominciare dal singolare, interessante live che porta sul palcoscenico vista lago un sodalizio artistico nato casualmente 14 anni fa. Era infatti il 2005 quando i Calexico, band di Tucson Arizona, dall’esperienza ormai ultraventennale, decisero di unire le forze con quelle di Sam Beam, alias Iron & Wine, per l’estemporanea avventura discografica di «In the Reins», ep di sette tracce che certificò l’inizio di una collaborazione e il consolidamento di un’amicizia nata qualche anno prima. ORA GLI AUTORI di quella ormai lontana chicca hanno deciso di ritrovarsi insieme per suonare le canzoni del loro primo sforzo congiunto ma anche quelle del nuovissimo album «Years to Burn», uscito il 14 giugno. «Parlavamo da tempo di tornare a fare qualcosa con Sam - hanno detto Joey Burns e John Convertino dei Calexico - Ora siamo davvero felici di poter annunciare l’uscita di questo album del quale siamo profondamente orgogliosi». Nel set naturalmente non potranno mancare brani tratti dal vasto repertorio di entrambi gli artisti: c’è molto del resto cui attingere se si pensa che i Calexico, nati da una costola dei Giant Sand di Howe Gelb, sono ormai attivi dal 1996 sull’onda di un sound di frontiera che unisce estetica desert rock e sonorità tex mex: al loro attivo dieci album di studio, numerosi live, collaborazioni a 360 gradi tra cui anche quella con Vinicio Capossela. Del 2018 l’ultimo disco, «The Thread that Keeps Us», pubblicato da Sub Pop, sorta di ritratto di famiglia in chiaroscuro. Iron & Wine è invece presente sulle scene ormai dal 2002: da allora ha registrato nove album tutti su etichetta Sub Pop, nei quali l’autore ha senza dubbio contribuito in modo determinante a costruire il suono della nuova canzone d’autore alt-folk dell’ultimo ventennio. Da poco è arrivata nei negozi la ristampa deluxe di «Our Endless Numbered Days», disco della consacrazione del 2004. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Claudio Andrizzi
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Dopo gli attentati dei terroristi islamici a Parigi, quali misure andrebbero adottate dall'Italia?
ok