18 ottobre 2019

Spettacoli

Chiudi

16.04.2019

Il doppio live di Elisa
cantautrice di razza
da oltre vent’anni

Morricone scelse Elisa per «Ancora Qui», brano della colonna sonora di «Django Unchained» di TarantinoHa scalato le classifiche «Quelli che restano» cantato con De Gregori
Morricone scelse Elisa per «Ancora Qui», brano della colonna sonora di «Django Unchained» di TarantinoHa scalato le classifiche «Quelli che restano» cantato con De Gregori

Un gran ritorno doppio: Elisa torna a Brescia questa sera e domani al Gran Teatro Morato con il suo «Diari Aperti Tour», dal titolo dell’ultimo album. L’appuntamento è in programma per le 21, info biglietti su zedlive.com. Al debutto lo scorso 15 marzo da Latisana, atteso al capolinea a fine maggio, questo nuovo show è stato pensato solo per i teatri: la dimensione ideale per condividere con il pubblico una specie di grande diario live in cui la cantante friulana ha scelto di raccontarsi per canzoni. Il tutto sulla scia delle atmosfere dell’ultimo disco, undici tracce, tutte in italiano, fotogrammi di vita, racconti. Ricordi ripresi anche da pagine reali, quaderni e agende nelle quali fin da bambina Elisa ha fissato e raccolto i suoi pensieri. Disco di grande successo, anticipato da tre singoli a partire dal clamoroso duetto con Francesco De Gregori in «Quelli che restano», brano completamente scritto da Elisa arrivato al top nelle classifiche e nell’airplay radiofonico. «Una delle massime vette della mia carriera - ha ammesso l’artista -. Non è stato facile chiedere a De Gregori di cantarlo con me: ero nervosissima, ci ho messo una settimana per decidere. La sua risposta così entusiasta è stata una grande gioia». Altra collaborazione sicuramente importante è quella con Calcutta, tra le firme di primo piano della nuova corrente it-pop. «Credo che questa nuova ondata abbia fatto bene alla musica italiana, sicuramente ha riportato un’autenticità di cui si sentiva la mancanza dai tempi della scuola romana di gente come Tiromancino o Silvestri». Il momento più toccante in «Promettimi», dedicata al secondogenito Sebastian, accompagnata da un video diretto da Riccardo Milani, scelta per la campagna di Save the Children «Fino all’ultimo bambino»: la cantante è diventata ambasciatrice dell’organizzazione nell’anno del centenario. Solo alcuni dei vertici di un disco che spazia tra varie sonorità, quasi un concept dedicato alla vita, manifesto di maturità per una carriera partita nel 1997 con la pubblicazione di «Pipes and Flowers», esordio tutto in lingua inglese propiziato dall’incontro (allora aveva solo 16 anni) con Caterina Caselli che la volle per la scuderia Sugar. Da allora 10 album di studio, 6 antologie, 2 album dal vivo, 51 singoli, vendite certificate per oltre 5 milioni di copie, una lista infinita di dischi d’oro, di platino e diamante. Oltre alla vittoria a Sanremo nel 2001 con «Luce (tramonti a nord est»), la sua prima canzone in italiano scritta per lei da Zucchero. Negli ultimi tempi la lunga lista delle collaborazioni di prestigio si è ulteriormente allungata per arrivare a quella con il maestro Ennio Morricone, che l’ha voluta per «Ancora Qui», pezzo realizzato per la colonna sonora del film Django Unchained di Quentin Tarantino. Ma Elisa è diventata anche personaggio televisivo con la partecipazione ad «Amici». «Opportunità straordinaria - dice - che ho vissuto in modo molto positivo». •

Claudio Andrizzi
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Dopo gli attentati dei terroristi islamici a Parigi, quali misure andrebbero adottate dall'Italia?
ok